DEMONOLOGIA GENERALE- DEMIURGIA

SIMBOLISMI TRADIZIONALI CABALISTICI DEL “BAFOMETO”

L’immagine classica del Diavolo è il Pentagramma rovesciato con iscritta la testa di un caprone, volutamente stilizzata e resa più o meno orripilante.

La saggezza popolare dice che il diavolo non è sempre brutto come lo dipingono, e in effetti anche i demoni essendo puro spirito, non hanno forme precise, o meglio non come riusciamo a concepire noi. Inoltre tale figura va vista nel suo valore simbolico, non letterale. Nel pentagramma rovesciato, l’iniziato non deve vedere la testa del caprone, che serve solo a spaventare gli ignoranti, bensì deve cogliere un significato esoterico, che ora vi spiego. Quando nel TETRAGRAMMATON (IHVH) discende la SHIN (S), si genera il PENTAGRAMMA (IHSVH), ossia la materia animata, la vita, ma anche l’evoluzione spirituale verso la Scienza Divina. Nel pentagramma rovesciato, invece, la SHIN ( che per la cabala indica lo <<SPIRITO DI ELOHIM>> ossia l’ESSENZA DIVINA) abbandona il Tetragrammaton per farlo scendere a livelli più bassi, animaleschi, rappresentati appunto dalla testa del caprone e la punta che si rivolta verso il basso.

Per gli Iniziati, il Pentagramma rovesciato, dovrà invece essre un mezzo per riaffermare la loro Scienza e il Potere acquisito. Nella metà di sinistra della figura si vede come il Pentagramma, attraverso il pentagramma negativo, si espanda e risorga più splendente e radiante di energia. In detta figura viene ribadito il numero 15, tre volte 5, (il Diavolo è il 15° Arcano Maggiore, inoltre 1+5=6, numero demoniaco per eccellenza, ma anche numero del Sole…., i Rituali Demoniaci sono in tutto 78, 7+8=15, e anche i Tarocchi sono 78), L’Essenza Divina non muore nel Pentagramma rovesciato, ma trova cimento per risorgere più gloriosa. E’ un po’ il discorso di <<domare il Serpente>> che vedremo descrivendo l’Anno Magico e l’annessa Opera Alchemica.

I DANNI DELLA TRADIZIONE: Se nel degli Spiriti Celesti l’unico tentativo di una certa classificazione sistematica è sopravvissuto nella Magia Salomonica, nel mondo degli Inferi la Tradizione ha gettato il caos più completo.

I <<GRIMORI>> E LE FALSE CONOSCENZE DELLA TRADIZIONE: La Storia della magia ha visto succedersi numerosi “grimori”, ossia libretti più o meno confusi in cui si pretendeva di fornire le regole per l’evocazione dei demoni. Anche qui la menzogna di qualcuno è diventata la verità per tanti. Un po’ in tutti si insegna che il diavolo viene bloccato da un cerchio tracciato per terra e minacciato con stiletti e spade; e quando, se invocato tardasse a venire: ecco il suo sigillo per minacciarlo con la tortura del rogo, delle catene e dell’abisso. Questi “grimori” sono lontani dalla verità più di quanto lo sia il diavolo(per restare in tema) dall’acqua santa.

Primo: un cerchio tracciato per terra non ferma neanche le mosche, immaginatevi un principe delle tenebre. Secondo: l’inferiore obbedisce al superiore; regola ferrea della magia. Per cui se si vuole evocare un dèmone occorre poterlo comandare per dignità di grado, non sperando di spaventarlo con delle minacce. Già altre volte ho spiegato che la “dignità” la si acquista in vari modi tra cui: 1) per volere di Dio; 2) per le opere(caso rarissimo); 3) per iniziazione ad opera di un altro  già dignificato; 4) pro tempore usando strumenti consacrati da un Maestro.

il quarto punto è quello che ci interessa. I Rituali che il Trigono fornisce sono consacrati da chi è già dignificato e impone al Demone che chiunque eseguirà quel Rituale con quegli strumenti sarà totalmente protetto da ogni rivalsa e da ogni colpo di ritorno, e dovrà essere esaudito come se fosse il Maestro stesso ad eseguire il Rituale. E su queste cose, vi assicuro nessun dèmone può scherzare o disobbedire, su di lui vigila Michael con le Sue elette  schiere, l’Arcangelo che comanda l’esercito di Dio, e la pena per un dèmone che venga meno al giuramento a suo tempo fatto, è la distruzione, o meglio la retrocessione a livello larvale. Ma i dèmoni non hanno motivo di disobbedire, in quanto chi conosce a fondo l?Arte, sa di preciso quale compito Dio li ha preposti e quindi tale compito sarà loro svolto con soddisfazione. Una sola raccomandazione, qualsiasi rituale voi facciate c’è una sola cosa che non dovete mai chiedere: la morte, anche se si tratta del vostro peggior nemico; chiedete di tutto ma non la morte! Non potete privare nessuno della possibilità di riscattarsi. Facendo attenzione a quanto appena detto, ripeto, sono totalmente esclusi colpi di ritorno, non servono né cerchi magici, né particolari anelli o talismani protettivi per operare: tutto quanto serve è già compreso nel materiale che vi viene fornito col Rituale stesso.

666

Questo è il numero della Bestia secondo i testi sacri, ed ora vediamo il perché. Il Mondo degli Inferi è strutturato in 4 livelli fondamentali. Il 1° comprende 6 Principi, ciascuno dei quali ha generato e governa 6 Vassalli, ciascuno dei quali ha generato e governa 6 Valvassori, quindi 6+6×6+6x6x6=258 questo è il numero totale dei dèmoni della creazione. Nella realtà il numero totale dei dèmoni significativi è 6+6×6+6×6=78, poiché nei valvassori si considera solo il primo dèmone generato, gli altri cinque agiscono sempre e solo nella schiera con lui e non si possono contare come Entità singole. 78 ossia 13 entità x 6 schiere, tanti sono i dèmoni individuali in una schiera, compreso il Principe. Prima ho detto 4 livelli, e fin qui ne abbiamo visto solo 3: Principi, Vassalli, Valvassori. Al di sotto di queste schiere, nate con la creazione del mondo, regna il CAOS DEL MAGMA DELLE LARVE, generate dagli uomini e in continuo aumento di numero, e questo è il quarto livello. In questo “magma” non è possibile stabilire gerarchie. Si hanno aggregazioni transitorie, formazioni di schiere anche numerosissime con Mente Collettiva, che agiscono agli ordini di un certo dèmone per un certo periodo, o che assecondano operazioni di stregoneria e di bassa magia. Attenzione, non si confondano le Larve con gli Elementari, le Larve sono escrementi del pensiero umano, gli Elementari sono Spiriti veri e propri ad un basso livello di sviluppo.

Con questa sistemazione del Mondo Infernale la Scienza dei Magi ha compiuto una grande opera, ogni cosa è stata collocata al suo debito posto e non sarà mai più possibile che la Grande Bestia si ribelli agli Spiriti Celesti. Ma di questo ne riparleremo.