Anno Magico

L’ANNO MAGICO E L’APOCALISSE DEI NOSTRI GIORNI

NON PERDETE QUESTA OCCASIONE, L’ANNO MAGICO INNANZI TUTTO E’ UNA PROTEZIONE CONTRO OGNI NEGATIVITA’ E DI QUESTI TEMPI LA TERRA E’ SATURA DI ENERGIE NEGATIVE! INOLTRE PROPIZIA LA BUONA SORTE IN OGNI SETTORE E PERMETTE L’EVOLUZIONE SPIRITUALE E IL RISVEGLIO DEI POTERI CHE ABBIAMO SEMPRE AVUTO MA CE NE SIAMO DIMENTICATI E PER QUESTO RESTANO ASSOPITI, DORMIENTI IN CIASCUNO DI NOI, QUESTA E’ L’OCCASIONE PER RISVEGLIARLI IN MODO NATURALE E SENZA ALCUNO SFORZO. INOLTRE L’ANNO MAGICO VI RENDE LIBERI TOTALMENTE DA OGNI CONDIZIONAMENTO, SOPRATTUTTO DALLE FONTI PRINCIPALI D’INFORMAZIONE, LE QUALI SONO TUTTE PILOTATE. VIVIAMO IL TEMPO DI IMPORTANTI CAMBIAMENTI CHE CONDIZIONERANNO PALESEMENTE IL MODO DI VIVERE E DI PENSARE E DI CUI VI TROVERETE AD ESSERE PIU’ RESPONSABILI DI VOI STESSI E DI CHI VI STA VICINO, E L’ANNO MAGICO POTRA’ ESSERE UN VERO E PROPRIO PARACADUTE SUI PROSSIMI AVVENIMENTI. GRAN MAESTRO DIGNITARIO Sergio Falcinelli

31 Ottobre – Halloween – Vigilia di Ognissanti – Inizia l’Inverno Esoterico – Inizia l’Anno Magico

MATERIALE DEL Festival di SAMHAINHALLOWEEN
Il Pentacolo di stoffa ha valenza Talismanica. Nel corso dell’Anno, ogni volta che lo si vorrà, per fare altre richieste basterà prendere in mano l’involto di stoffa con i resti del Festival, e quindi fare la richiesta. l’azione propiziatoria dovrà rientrare tra le 9 descritte sopra.Ad esempio, qualora si presentasse un torto da punire, una necessità imprevista di soldi, una vincita da tentare, un affare importante, uno squilibrio da normalizzare, una situazione da sbloccare, una selezione di lavoro, ecc., si potrà prendere tra le mani l’involto di tela e, nel modo che vi sarà indicato, fare le opportune richieste per una pronta ed efficace azione propiziatoria. È questa una proprietà del tutto particolare del Festival di Samhain, che lo rende particolarmente prezioso e utile per un ANNO INTERO.
Azioni AutomaticheLe azioni automatiche sono importantissime azioni che vengono applicate dal Festival senza necessità che chi opera ne faccia esplicita richiesta. Si tratta fondamentalmente di azioni di purificazione e di esorcismo, ossia portano alla liberazione da tutte le forze negative, siano esse larve (cioè ripetuti pensieri negativi) autogenerate o derivate da invidie continuate, fino ad arrivare alle opere di bassa e alta magia negativa, che oggi sono più frequenti di quanto si creda. I Festival operano periodiche purificazioni e garantiscono una protezione continuata e totale.Le altre azioni automatiche riguardano l’evoluzione spirituale di chi opera, che alla fine, è il dono più prezioso, e che porta alla serenità, alla sapienza e al potere esoterico. Queste ultime azioni si evidenziano solo completando l’intero Anno

1° Festival del Corso Teorico/Pratico di Esoterismo

Capodanno Esoterico

Il Festival di Samhain apre l’Anno Magico del Calendario Celtico. 

E’ un giorno carico di grandissime energie, Festa di Tutto il Mondo Invisibile, e in cui è concesso chiedere per ottenere cose grandiose! 

Con il Festival di Samhain, 31 ottobre, ha inizio il nostro Corso Teorico-Pratico di Esoterismo

Un percorso graduale

Ogni branca del sapere umano necessita di un apprendimento graduale, che segua precise tappe di maturazione e di acquisizione delle conoscenze, non fa eccezione in ciò la Scienza Esoterica, che vede negli otto Festival dell’Anno Magico, oggi come nei tempi antichi, l’ideale cammino, in armonia con i cicli delle stagioni, con solstizi ed equinozi, per elevare l’individuo verso la più alta conoscenza. Ciascun Festival è al contempo un traguardo e un punto di partenza per una nuova conoscenza.

Immediati riscontri pratici

Così come nelle antiche Scuole l’insegnamento non era mai fine a se stesso, ma aveva immediati risvolti pratici, inerenti ai problemi principali della persona, altrettanto il nostro Corso di Esoterismo vuol dapprima creare le condizioni materiali e spirituali indispensabili per intraprendere il cammino. Queste condizioni, come ho già fatto notare altre volte (si veda a pag. 129 del Catalogo) sono riassunte nel I° Arcano Maggiore dei Tarocchi: Il Bagatto. Solo chi ha raggiunto la condizione minima che questa carta rappresenta, e cioè un discreto grado di benessere materiale (i Denari), la tranquillità e la felicità delle vita sentimentale (la Coppa), un minimo di potere e di autorità (la Spada), e, infine, un’istruzione di base (il Bastone), può, come il Bagatto, rivolgersi ora alla ricerca della quarta gamba del tavolo, ovvero di quella dimensione spirituale, di quell’infinito e trascendente che spunta nella tesa del suo cappello, e, senza del quale, la vita e la felicità non sono perfette.

Una saggezza antica

Una saggezza che non ha tempo, una conoscenza della vita dell’uomo che ci giunge da lontano, muovono e caratterizzano l’intero percorso spirituale dell’Anno Magico; i primi due Festival infatti, riguardano soprattutto gli aspetti più materiali della vita, onde creare, come detto sopra, una solida base di tranquillità e di benessere, da cui partire per cercare più elevati traguardi spirituali Il cammino proposto dall’Anno Magico è un costante lavoro su se stessi, per migliorarsi, per vincere i propri limiti, per superare gli schemi che condizionano e spesso bloccano l’esistenza. La “materia” su cui lavorare è il nostro spirito, inteso come parte cosciente e parte inconscia. Nella descrizione degli altri Festival dell’Anno avremo modo di approfondire il significato preciso di ogni tassello di cui è composto.

L’inconscio è la “materia” della nostra Opera

La Scienza Esoterica distingue due componenti dell’Inconscio, una lunare e una solare.

Tralasceremo volutamente, in queste note, il linguaggio troppo ermetico degli antichi filosofi e dell’alchimia, la quale è stata, in definitiva, un profondo messaggio psicologico non sempre compreso, e adotteremo i nuovi nomi di Inconscio lunare (al posto del Serpente) e Inconscio solare (ovvero il Drago alato).

L’Inconscio lunare è la sede di tutti i nostri ricordi, anche di quelli che non affiorano più alla coscienza, ma che a volte possono rispuntare, sotto l’azione di determinati stimoli o in stati mentali alterati come nell’ipnosi o nella trance. A gran parte di questi ricordi, inutile dirlo, è associato dolore, si tratta di un dolore soggettivo (non oggettivo) e spesso eccessivo, che dipende dal modo in cui si è vissuta una certa esperienza. Questo dolore condiziona e regola gli schemi di comportamento che risiedono nell’Inconscio solare, i quali dettano oltre il 95% delle nostre azioni e dei nostri pensieri quotidiani e solo un 5%, che può essere anche meno in certi individui, è sotto il controllo effettivo e cosciente della volontà.

Demolire i vecchi schemi

Evolversi spiritualmente significa, come prima cosa, demolire molti vecchi schemi mentali (sostenuti dal dolore) per aprirsi al desiderio di nuove conoscenze e di nuove esperienze, non essere, cioè, schiavi del proprio inconscio doloroso che limita, crea barriere, impedisce i rapporti con gli altri e non consente di vedere chiaramente dentro se stessi. Questo processo di purificazione dal dolore, continua, in pratica, per tutto il corso dell’Anno Magico, così come i vecchi schemi tendono, costantemente, ad essere modificati o sostituiti, tuttavia, è nel Festival di Imbolc (2 Febbraio) che si ha la massima azione purificatoria. Dunque, dopo Samhain (31 Ottobre) e Yula (21 Dicembre) la cui azione elettiva è soprattutto di ordine materiale, per creare quelle indispensabili basi di certezza e di benessere di cui si è detto sopra, con Imbolc inizia il vero e proprio cammino spirituale, la cui prima fase è una profonda purificazione.

La “Scintilla Divina”

Vedremo, come tutto ciò sarà sempre rispecchiato sia nel campo materiale che in quello spirituale della vita. Infatti, anche Yula e Samhain, pur essendo soprattutto “materiali”, pongono le premesse del cammino spirituale. A Samhain, infatti, come vuole ogni tradizione, discende quella Scintilla Divina, che come un seme sotto la terra, germoglia per dar inizio alla nuova vita. 

La purificazione non è che il primo passo, che si rifletterà non solo sulla sfera spirituale, ma anche su quella materiale, aprendo la persona ad un nuovo stile di vita, ad un nuovo modo di rapportarsi con gli altri e, soprattutto, con se stessi. Il desiderio di nuove esperienze, anzi la ricerca del nuovo che sarà il tema dominante del Festival di Equinox (21 Marzo) porterà benefici di ogni genere, ad esempio, sarà proprio grazie al superamento dei vecchi schemi e alla capacità di osare nuove vie che a Beltane (30 Aprile, Calendimaggio) potranno essere gettate le basi di una condizione socio-economica più elevata. 

La maggiore sensibilità derivante da una migliore introspezione, sfocerà nel potere in ambito esoterico concretizzato nel Pugnale del Festival del Giorno di San Giovanni. A Lugnasad si coglierà il Frutto più prezioso del proprio lavoro, con nuovi schemi ormai consolidati, affrancati dal proprio dolore e rivolti verso l’infinito; infine nel Giorno di San Michele, si tireranno le somme, si tratterà di un momento fondamentale per l’autoanalisi, per valutare la maggiore capacità di autocritica e il più elevato grado di consapevolezza raggiunto, che, come vuole ogni tradizione, non sarà mai disgiunto da un Grado di Potere acquisito. Questo Grado raggiunto troverà nella Monografia che riceverete gratuitamente alla fine di ogni Anno di Corso, tutte le necessarie spiegazioni per una corretta realizzazione pratica, più qualche semplice esercizio, perfettamente alla vostra portata, che permetterà ulteriori passi avanti e riscontri pratici del livello raggiunto.

I Gradi Iniziatici – Monografia e Diploma

Il cammino spirituale si snoda attraverso quattro Gradi, che, nel rispetto delle Antiche Scuole, abbiamo chiamato simbolicamente con i nomi di:

Iniziato – Adepto – Maestro – Maestro Eccelso

Ogni Anno Magico completato fornisce la giusta evoluzione spirituale per accedere ad uno di questi gradi. Alla fine di ogni Anno completo si avrà diritto a ricevere (del tutto gratuitamente) un prestigioso Diploma in pergamena attestante il Grado raggiunto e la suddetta Monografia.

Le 9 importantissime azioni del Festival di Samhain

  1. Propizia ricchezza e guadagni
  2. Propizia le vincite al gioco
  3. Vittoria su nemici, concorrenti e rivali
  4. Protezione assoluta dalle energie negative
  5. Sviluppo sensibilità e veggenza
  6. Propizia celebrità e successo
  7. Contro gli squilibri tra corpo e spirito, per ottimi livelli di bioenergia
  8. Propizia lo sblocco di situazioni nel lavoro, amore, vita sociale, ecc.
  9. Propizia il trovare lavoro
Tutti i Festival Esoterici svolgono azioni propiziatorie molto preziose.

L’Arte infatti deve servire all’Uomo anche per risolvere i problemi materiali ed esistenziali. Samhain è il giorno più “magico” di tutto l”anno, in questa importante Festa, capodanno di tutto il mondo esoterico, è possibile propiziare cose meravigliose per realizzare i più importanti desideri e le più segrete aspirazioni. 

Ecco le 9 importantissime azioni del Festival Esoterico di Samhain. Queste azioni sono tutte realizzabili durante una unica seduta, che impegna al più una mezz’ora di tempo.

1) Propizia ricchezza e guadagni

Il Festival favorisce un anno particolarmente ricco e abbondante dal lato finanziario: aumento dei guadagni, abbondanza economica, maggiori entrate di denaro. Propizia lavoro e affari e costanti e consistenti introiti di denaro attraverso la via più adatta e possibile per ciascuno per porre fine ai periodi di crisi e promuovere un anno ricco e generoso.

2) Propizia le vincite al gioco

Per tradizione Samhain è il Festival della Fortuna, saranno quindi favorite le vincite al gioco, le scommesse, le entrate extra di denaro. La fortuna portata da questo Festival interessa tutti i settori della vita, per cui si avrà anche fortuna in amore, in società, nelle speculazioni, affari fortunati, occasioni da sfruttare e conoscenze importanti.

3) Vittoria su nemici, concorrenti e rivali

Questo Festival è una potente protezione da tutte le persone che ci vogliono male. Protegge dal loro agire e fa tornare su di loro tutte le negatività scagliate. Restituisce il danno subito a chi lo ha fatto, moltiplicandolo molte volte. È adatto anche per chi vuol chiedere la punizione o la restituzione di un torto

4) Protezione assoluta dalle energie negative

Molto potente per liberarsi da ogni forza negativa (comunemente dette fatture, comprese le fatture a morte e ripetute, malocchi, invidie, eccetera), anche di vecchia data e profondamente radicate. Purifica ed esorcizza da ogni forza o presenza negativa (libera completamente persone e ambienti).

5) Sviluppo sensibilità e veggenza

Il Festival di Samhain apre l’Anno Magico ed è fondamentale per lo sviluppo delle facoltà latenti e per l’evoluzione spirituale è il primo passo per accedere all’iniziazione al potere e al sapere dell’Arte Suprema.

6) Propizia celebrità e successo

Qualunque sia il lavoro o l’attività svolta, e in ogni settore, sarà favorita la fama, il prestigio e il raggiungimento di mete elevate nella carriera e nell’affermazione personale per la riuscita nella professione e nella vita.

7) Contro gli squilibri tra corpo e spirito, per ottimi livelli di bioenergia

Il Festival permette di sconfiggere gli squilibri tra corpo e spirito di piccola-media entità e di aver ragione di annosi disturbi bioenergetici di qualunque tipo e in qualunque parte del corpo. Protegge e salvaguarda la salute in generale per un anno intero.

8) Propizia lo sblocco di situazioni nel lavoro, amore, vita sociale, ecc.

Questa azione può essere applicata a molte situazioni diverse: lavoro, amore, vita sociale, ecc., al fine di accelerare i tempi e la riuscita di un determinato evento o di un problema da risolvere. Propizia conoscenze e appoggi di persone importanti, circostanze favorevoli, smaschera, punisce e blocca coloro che intendono nuocere e che ostacolano il compimento di quanto sta a cuore.

9) Propizia il trovare lavoro

Il Festival favorisce, entro breve tempo, di trovare un lavoro adeguato alle proprie esigenze e attitudini, ben remunerato e stabile nel tempo. Il Festival quindi non solo propizia un lavoro, ma lo fa in modo che questo sia adatto alla persona in modo da sostenere la carriera e l’affermazione personale. 

Come ordinare i Festival del Calendario Celtico
I Festival Esoterici richiedono, per la loro esecuzione, solo un minimo di impegno e di tempo. Sono alla portata di tutti e non necessitano precedenti conoscenze esoteriche, in quanto essi stessi costituiscono una Scuola, ovvero un percorso spirituale ed iniziatico.Ciascun Festival va richiesto nel periodo immediatamente precedente alla data della sua celebrazione, come riportato più sotto. Per chi desidera eseguire tutti gli otto Festival sono previste delle vantaggiose forme di abbonamento. Tutto il materiale necessario sarà contenuto nel pacco che riceverete, comprese chiare indicazioni su come operare. Ciascun Festival è di per sé un rituale completo e può essere eseguito anche indipendentemente dallo svolgimento completo dell’Anno Magico.

29 Settembre Festival di Michael Superno

San Michele Arcangelo: storia, leggenda e curiosità calabre sul culto del  Principe delle Milizie Celesti
Il Trionfo, il Successo, la Rinascita
<888>Questo importante Festival ha un inestimabile valore spirituale ed esoterico, e il cui significato principe è la rinascita spirituale ad un livello superiore, la purificazione dagli errori e dalle negatività, ha anche ineguagliabili azioni propiziatorie sul lato pratico, sia nella versione per tutti (neofiti) sia a maggior ragione nella versione riservata agli iniziati, dove in una sola esecuzione di poche decine di minuti, mette in gioco tutta la potenza dello splendido Primo Rituale Supremo del Sole. Tutte le azioni che seguono fanno parte del Festival e in fase di esecuzione ciascuno le potrà richiedere, senza limite di numero, per ottenere un’azione propiziatoria mirata e personalizzata. L’esecuzione, come al solito, è molto semplice e alla portata di tutti, non serve nessuna precedente esperienza al riguardo.
SUCCESSO!
VITTORIA!
PERDONO!
CREDITI E DEBITI
PROTEZIONE ASSOLUTA
RICCHEZZA E FORTUNA
PURIFICAZIONE
AZIONI AUTOMATICHE
1) Successo, fama, affermazione personale. Attraverso circostanze e risultati eccezionali, conoscenze importanti, fortuna, propizia la conquista in breve tempo di fama e notorietànella propria professione, qualunque essa sia e nella vita in generale.
2) È il Festival della vittoria. Vittoria su tutti gli avversari e sui concorrenti. Chiunque ostacoli con mezzi nascosti od evidenti o covi vendetta e invidia, sarà smascherato e punitoda questo potente Festival. 3) Il perdono. Momento di profonda autocritica, di consapevolezza, di presa di coscienza al fine di rimuovere le colpe e cancellare il dolore e il tormento del rimorso.
4) Riscuotere i vecchi crediti, saldare i vecchi debiti. Con il Festival di Michael Superno termina l’Anno Magico, è quindi tempo di chiudere i conti, di avere quanto ci spetta e di liberarci dei vecchi debiti. Ciò viene propiziato sia da un punto di vista materiale (ossia debiti e crediti in denaro, favori prestati, ecc.), sia dal punto di vista spirituale.
5) Protezione assoluta. Il Festival ci proteggerà per un anno intero da ogni pericolo, da ogni maleficio e da qualunque forza umana o sovrumana che possa solo lontanamente minacciarci.
6) Ricchezza, maggiori guadagni e Fortuna. Tutti coloro che si prodigano con impegno e dedizione a un’arte, un mestiere o una professione avranno il giusto appoggio per aumentare notevolmente e rapidamente i guadagni ed accedere ad un livello socio-economico superiore. Inoltre propizierà in campo economico, entrate extra di denaro, vincite e fortuna.
7) Liberazione dalle negatività. Questo Festival è potentissimo per distruggere le negatività anche mortali e continuate. Libererà casa e famiglia e tutte le persone care che saranno menzionate (massimo 8) da ogni forza negativa (comunemente dette: fatture, malocchi, malefici) anche di vecchia data.
8) Azioni automatiche Queste due azioni saranno applicate automaticamente dal Festival, non vanno richieste. 1) Totale liberazione da ogni fattura e maleficio, soprattutto su tutto ciò che danneggia la salute, il lavoro, l’amore. 2) Chiusura dell’anno magico e conferimento del grado e del potere.


Il Trionfo, il Successo, la Rinascita
Ed eccoci arrivati all’ultimo importantissimo Festival di quest’Anno Magico, quello che corona e illumina l’intero percorso e si pone come anello fondamentale di giunzione tra la fine e l’inizio: il volo della Fenice, come dicevano gli antichi filosofi, che permette a ciascuno di risorgere con le proprie forze e di ripartire, il prossimo Anno, da un gradino più elevato. Grandi e misteriche celebrazioni si tenevano in passato in questo giorno, dai Misteri Eleusini, a quelli di Mithra, all’Harvest Homedei popoli celtici. Già allora si sapeva, come questo passaggio fosse fondamentale e cruciale per l’evoluzione spirituale del singolo individuo, in quanto, nel lungo periodo che va dal Raccolto a Yula, l’accento ritorna sui problemi della materia, e solo il Festival di Michael Superno s’inserisce come sostegno per i cambiamenti spirituali. Per completare questo ciclo del nostro corso di esoterismo, vedremo come questo Festival aiuta e guida a superare questo difficile passaggio e come si possa davvero definire: il Festival del Trionfo dell’Iniziato.

Lungo il sentiero spirituale
Il Raccolto, ovvero Lugnasad dei popoli celtici, come abbiamo visto nella scorsa circolare, è l’apice dell’Anno Magico, e conduce alla realizzazione di ciò che nel linguaggio simbolico dell’ermetismo è chiamato Pietra, o Elixir al Rosso, o Oro Filosofale, e che, in altri termini, significa un consolidamento dei nuovi schemi di comportamento e di pensiero. Può essere utile, a questo punto, rileggere tutte le pagine, da Imbolc a Lugnasad, per avere una visione globale del cammino spirituale che l’Anno Magico comporta e meglio comprendere così il fondamentale valore del Festival del Giorno di Michele Arcangelo. Nel cammino che intercorre tra Lugnasad e Yula (I Saturnali), non ci sono cambiamenti che servono per approdare in maniera più definitiva all’evoluzione individuale, in quanto, l’attenzione si sposta di nuovo sull’aspetto materiale della vita. Infatti, come abbiamo visto, i primi due Festival dell’Anno Magico hanno soprattutto potere sulla sfera della materialità, onde assicurare alla persona quel grado di benessere, che abbiamo identificato nella figura del Bagatto dei Tarocchi, premessa indispensabile per compiere qualunque sentiero spirituale. La simbolica vittoria sul Serpente è anche il non dover cominciare ogni Anno dallo stesso punto di partenza, bensì, scopo principe dell’Anno Magico, è di sfuggire da questo ciclo, sia nei lunghi che nei brevi periodi, potendo ogni volta ripartire da un gradino più elevato, sia dal lato materiale che da quello spirituale. Questo è il significato del simbolo della Fenice, la quale non muore per lasciar il posto alla propria prole, che dovrebbe ripartire da zero, bensì da se stessa rinasce, ogni volta più splendente. E questo intendevano i filosofi ermetici, quando dicevano che ognuno deve essere padre e madre di stesso.

Sfuggire al Ciclo del Serpente
L’Equinozio d’Autunno apre il ciclo notturno dello Zodiaco, dopo la Bilancia, che dovrà selezionare cosa conservare e cosa gettare, inizia, con lo Scorpione (Samhain) un nuovo ciclo. Il seme sepolto nel terreno muore e nasce la nuova pianta, che dovrà percorrere tutto il proprio cammino, per poi di nuovo dare seme e morire. Questo Serpente che si morde la coda è l’anno solare, ma è anche, in senso più lato, la vita di tutti gli esseri che popolano la terra, uomo compreso. Esiste dunque un ciclo del Serpente che si svolge nell’arco di un anno solare, scandito dalle stagioni, e uno più lungo che comprende l’intera vita, quelle passate e quelle future. Uscire da questi cicli significa elevarsi, come dicevano gli antichi, riscoprendo la propria dimensione divina ed immortale. All’Equinozio d’Autunno il Sole inizia ad accorciare il proprio arco diurno, il giorno perde progressivamente terreno rispetto alla notte, il mondo va verso il buio dei Saturnali, la “lunga notte” dei popoli artici, verso cioè l’interesse per la materia, sembra proprio, come si legge in un antico testo della Mesopotamia (vedi pag. 79 Catalogo) che il Sole stia cadendo in un abisso dal quale non potrà più risollevarsi. Tutto questo noi però lo dobbiamo tradurre, come vuole il nostro corso di esoterismo, in un linguaggio più moderno e comprensibile.

Riferimenti astrologici
Se osserviamo la triade di pianeti che si associano all’Equinozio d’Autunno vediamo innanzi tutto Saturno in esaltazione, poi Proserpina e Venere. Siamo ciò all’opposto esatto di ciò che si aveva all’Equinozio di Primavera, dove il Sole, Plutone e Marte guidavano la persona a fare nuove esperienze e a cimentarsi con baldanza in nuove imprese. Senza entrare in dettagli astrologici, che potrebbero annoiare chi legge, diciamo che all’equinozio d’Autunno deve prevalere la ragione (Saturno) nella sua duplice veste di Eremita e di Papa (si veda pagg. 147 e 148 del catalogo), la rivalutazione di quanto compiuto con la correzione degli errori (Proserpina, pag. 168) e infine la sensibilità mediata da un nuovo velo attraverso cui vedere il mondo (Venere, pagg. 141 e 142). Tutto questo perché nel periodo che va dal Raccolto ai Saturnali ci potranno essere dei periodi di crisi, intesi come il ricalcare di vecchi schemi comportamentali, ma anche di vecchi schemi di pensiero: tutti due portano all’azione, i primi sono già l’azione stessa, e i secondi, ovvero gli schemi di pensiero, sono i moventi delle azioni. Compito dunque del Festival del Giorno di Michele Arcangelo è di impedire qualunque involuzione, affinché il prossimo ciclo possa cominciare, pur con l’attenzione rivolta alla materia, come prevedono Samhain e Yula (nuova fase di nigredo) da un gradino più elevato, forti dei traguardi conquistati sia nel campo materiale che spirituale. Ecco chiarito, in sintesi, il passaggio cruciale dell’Equinozio d’Autunno, il ritorno alle tenebre (la notte che si allunga, ovvero l’attenzione rivolta di nuovo alla materia, la nuova fase di nerezza) non deve distogliere l’Iniziato dal proprio cammino, ma egli deve risorgere splendente. Perché questo passaggio possa avvenire senza deviazioni è fondamentale l’aiuto portato dal Festival di Michael Superno, che interverrà direttamente correggendo gli errori.

Elevati significati
Si è detto, introducendo il Festival di Michael Superno (pag. 78 Catalogo) che negli antichissimi testi del Tempio di Edfu, risalente al tempo delle Grandi Piramidi, si parla della Grande Collina Primordiale, si cui sorse Eliopoli, la Città del Sole, meta periodica del volo dell’uccello Bennu (Fenice). Un’antichissima leggenda vuole infatti che la Fenice, una volta rinata dalle proprie spoglie, raccolga in un fardello i resti del nido, sua culla e sepolcro, per depositarli sull’Altare del Sole, dentro il Tempio del Sole. Questa leggenda, derivata dalla sapienza più antica dell’Egitto, ci introduce nel punto, forse, di maggiore importanza del Festival di Michael Superno. Questo Festival infatti accoglie le richieste riguardanti l’equilibrio e il benessere, il perdono, e le azioni propositive. Come si è detto varie volte, è una specie di bilancio dell’Anno Magico, in cui è possibile ottenere il perdono e la liberazione dai propri errori, con la ferma intenzione di non ripeterli, ma anche il premio per i propri meriti. Quest’importantissima azione fa intravedere all’Iniziato il senso di giustiziache percorre l’intero Anno Magico, e non per niente il Festival cade sotto il segno della Bilancia, il cui ideogramma è assai eloquente. Quindi, l’Iniziato, simbolicamente come la Fenice, raccoglie in un fardello quanto ha compiuto, nel bene e nel male, durante l’Anno trascorso, e, umilmente, lo deposita sull’Altare del Sole, ai piedi di Michael Superno. Chiedere scusa per i propri errori è un momento di grande liberazione, di presa di coscienza e di crescita, lo stesso vale per i propri meriti, che è giusto che siano riconosciuti e ricompensati. Dal tipo di colpe che si chiede di condonare e dalla quantità si ha il primo sentore dell’evoluzione della persona. La mancanza di autocritica e l’incapacità di analizzare il proprio comportamento (naturalmente ai fini evolutivi) è una specie di dichiarazione dell’immensa tribolazione che la persona dovrà sopportare per arrivare ad un discreto grado evolutivo.

Benessere ed equilibrio
Il Festival di Michael Superno dà a tutti una buona risposta sull’equilibrio e sul benessere psicofisico. Ci sono degli squilibri (o normalmente ritenuti tali) che sono legati unicamente alla psiche dell’individuo e sono simulati o accentuati e hanno solitamente lunghissima vita. Questi squilibri non sono vere affezioni ma una chiara espressione di uno spirito insoddisfatto, più spesso sotto-evoluto, che si nasconde dietro questi sedicenti mali per non assumersi nessun tipo di responsabilità evolutiva, né verso se stesso, né verso le persone che gli sono più vicine. Questi malesseri possono variare ma sono sempre lunghi nel tempo e sono la causa addotta per non fare. In questi casi è necessario che il soggetto prenda coscienza dell’origine psichica del proprio presunto male, e faccia esplicita richiesta al Festival di rimuovere l’ostacolo psicologico e di essere aiutato espressamente su quel fronte.

Le persone vicine
Siccome l’evoluzione individuale non coglie solo impreparato l’individuo stesso, ma anche coloro che gli stanno vicino, i quali possono essere involontariamente elementi di regressione nel momento in cui scambiano i primi segni di evoluzione per manifestazioni di disagio o di infelicità, nel Festival del G. di Michele Arcangelo si possono inserire fino ad otto di questi personaggi nella protezione generica data dal Festival. Questa protezione oltre ad arrecare loro un beneficio generale privato, li farà diventare spettatori coscienti dell’evoluzione del protagonista del Festival e non certo elementi d’involuzione. Per questo motivo, le persone da ricordare nel Festival devono essere quelle con le quali si viene maggiormente a contatto, che fanno cioè parte della vita, a nulla giova menzionare, ad esempio, un parente lontano che s’incontra sì e no qualche volta nel corso dell’anno, meglio menzionare una persona, anche estranea alla famiglia e poco gradita, qualora questa sia quotidianamente presente nella vita.

Una guida quotidiana
Il Festival dell’Equinozio d’Autunno, come si è detto sopra, è sotto il dominio della ragione. Tutto il percorso iniziatico ha avuto, tra gli scopi principali, quello di “solarizzare” l’inconscio, in modo da aiutare l’individuo a far luce dentro se stesso e a conoscere le basi del proprio comportamento e del proprio modo di agire e di pensare. Non sempre però è facile mantenere la direzione scelta, derivata dalla propria evoluzione, e condivisa dalla ragione, per questo però risulta assai utile il. Festival di Michael Superno, in quanto è possibile chiedere di essere aiutati a non deviare dal cammino desiderato. Nel caso si prenda la rotta sbagliata, in senso lato e in ogni circostanza, Michael darà la possibilità, attraverso persone e circostanze fortuite, di svoltare bruscamente per riprendere la via del comportamento giusto.

Il Trionfo dell’Iniziato
Come nel mondo classico, la celebrazione dei Misteri Eleusini era il culmine e il coronamento di un lungo lavoro di ricerca e di dedizione, così il Festival del G. di Michele Arcangelo è la certezza del Trionfo dell’Iniziato, il sostegno, potente e fermo, per superare splendidamente il periodo che porta al nuovo Ciclo, in modo da partire così ogni Anno da una più elevata posizione. Esiste una tradizione antichissima legata a questo Festival, che, come mostrato nel Catalogo (da pag. 78 in poi) ha radici nelle culture esoteriche di ogni parte del mondo, e che è giunta fino a noi senza perdere di splendore, anzi, coronandosi della più maestosa figura solare che il mondo abbia mai conosciuto. È questo uno dei Festival più positivi, più fondamentali sotto ogni aspetto, che dona una ricarica vitale e spirituale inimmaginabile. Senza tralasciare gli aspetti puramente materiali, che riguardano il successo personale, la fortuna, il denaro, ecc., dobbiamo porre la nostra attenzione sul valore catartico, liberatorio, purificatorio ed esorcizzante di questo Festival, che è, unico in assoluto, in grado di porre rimedio e di cancellare i nostri errori, facendo in modo così che ciascuno possa lasciare il proprio pesante fardello sull’Altare del Sole, per volare, libero, verso il nuovo anno che sta per cominciare.

Il Compimento dell’Opera.
Oculatus abis”; con occhi (nuovi), te ne vai. Si allude alla nuova visione del mondo e di se stessi che l’Arte ha procurato. Ermete risorto è incoronato da due angeli (il trionfo dell’Iniziato) e sorregge la fune tripartita che forma una P (Pi) greca (Pan=Tutto), che si continua in basso con le braccia congiunte dell’Artifex e della Soror (quadratura del cerchio). Il tutto è incorniciato da un ovale di vischio alato (la sostanza divina che tutto guarisce; non essendo né albero, né arbusto rappresenta la libertà oltre ogni limite; il Vischio Quercino era il Ramo d’Oro dei Druidi). In basso le spoglie di Ercole. Ercole è una figura ermetica molto importante che rappresenta la ricerca dell’immortalità attraverso lo “sforzo eroico”, egli non può intraprendere una nuova impresa senza aver completato la precedente. Gli alchimisti furono particolarmente ispirati dalla “conquista delle mele d’oro del Giardino delle Esperidi”. Sullo sfondo la scala, ora non più necessaria, è disposta orizzontalmente. Anche questo è un volo di Fenice, è Ercole che risorge come Ermete, ovvero la ricerca e le fatiche sono finite, inizia una nuova vita da “oculatus”, ossia da Illuminato che è già padrone dei Misteri dell’Arte.<888>

65 DAMABIAH – 10-14 febbraio

angelo e pegaso
65 - nome damabiah

DAMABIAH

ANGELO 65 – ANGELO N° 1

Dio fonte di saggezza

Fontana di saggezza

Grande protettore dell’acqua e dei sentimenti.

Dona saggezza illimitata.

Successo nelle imprese, soprattutto legate all’acqua e al mare.

Arguzia, grande spontaneità e comprensione dei mondi superiori.

Angelo custode fisico dei nati dal 10/2 al 14/2

Angelo emozionale dei nati il ​​1/1, 13/3, 26/5, 9/8, 22/10

Angelo mentale dei nati dalle 21:20 alle 21:40 dopo l’alba

Gerarchia angelica: angeli (Keroubim)            

Arcangelo Rettore: Gabriele      

Energie Planetarie: Luna/Urano           

Sephirah: Yesod     

Maj Tonic / Min Tonic: Yesod / Hochmah                    

Colore gerarchico: verde           

Incenso: 1/3 Mirra 2/3 Elettra 

Colori angelici: Clear / Green       

Pietra: Granato

Paese: gimnosofisti

Nome di Dio di quattro lettere: Tara

Genio contrario (test): Elaphon

Regola: Sensorialità

Qualità sviluppate : spontaneità, arguzia, conoscenza dei mondi superiori, amore e rispetto per l’acqua, disponibilità.

Difetti annullati : tempesta e naufragio emotivo e fisico, confusione di sentimenti.

La Tradizione secondo Lenain:

Si usa contro gli incantesimi, e per ottenere la saggezza e il successo di utili imprese. Questo Genio domina i mari, i fiumi, le sorgenti, le spedizioni marittime, e le costruzioni navali: influenza i marinai, i piloti, la pesca, e su tutti coloro che lo commerciano.

La persona che è nata sotto questa influenza si distinguerà nella marina con le sue spedizioni e scoperte, e accumulerà una notevole fortuna.

* * *

L’Angelo DAMABIAH ci permette di porre la coscienza e l’attenzione sull’Acqua che porta tutte le cose sulla Terra. L’acqua essendo collegata alla Luna che apre la porta alla Vita e che permette la fioritura della Vita. È quindi legato alla Forza della Vita che si trova nel suo primo stato, chiamato ricettività. La Vita Sensibile è bilanciata dal maschile e dal femminile, e arriva dal cosmo. È la Vita nuova e fragile. L’Angelo DAMABIAH aiuta affinché questa fragilità non sia un handicap. Porta protezione a questa vita nascente. Questo è il motivo per cui quando nasce un bambino, tanti Angeli sono presenti per aiutare la vita e proteggere le fragilità del bambino. Questo angelo rappresenta la Madre attraverso la quale passa la vita e che genera il cosmo.

L’angelo DAMABIAH ci collega alla fonte della nostra intuizione, al nostro lato femminile che ci apre le porte dell’incarnazione. Ci connette alla Vita che sorge nella vita cellulare. Ci chiede di non dimenticare che la creazione della Vita passa attraverso questa apertura alla Madre, questa energia della ricettività e del femminile. Non possiamo creare senza attraversarlo. Apre la porta che ci conduce alla prima illuminazione del nostro essere che è l’Illuminazione che passa attraverso il nostro femminile.

L’angelo DAMABIAH ci spiega che il Padre contiene in sé il maschile e il femminile. Ci dice che per venire alla vita, il maschile prende il suo posto (TIPHERETH, il Sole, nell’Albero della Vita, genera il femminile attraverso l’iniziazione della Terra (Mercurio, Venere, Luna, triangolo dell’acqua femminile). L’illuminazione della Vita ha luogo attraverso questa integrazione del maschile e del femminile.Per ritornare a Dio in cima all’Albero della Vita, dobbiamo passare attraverso il femminile, la Vita, la sua psiche, la sua intuizione e il suo stato di Madre. La Madre ci permette di tornare alla stelle, quelle che generano e permettono il ritorno all’Unità.

L’Angelo DAMABIAH ci porta la conoscenza nascosta che è legata alla Natura e ci mette in contatto con Madre Natura. Entrando in contatto con esso, riscopriamo le stelle e ci connettiamo con tutto ciò che esiste nelle stelle. Ci dà una dimensione della Natura che ci collega alle stelle. Questo Angelo ci dice che per tornare alle stelle, a Dio e al Padre, dobbiamo tornare attraverso la Terra, il femminile, la Vita e lo stato di madre. Inscrive quindi in noi la vita a livello cellulare grazie a tutte le nozioni di Acqua. È legato agli elisir, alle cure termali, al mare ea tutto ciò che ci porta la nozione di vita attraverso l’acqua, in particolare le tecniche legate all’acqua.

L’Angelo DAMABIAH ci permette di scoprire i nostri doni psichici, la nostra grande sensibilità a tutto ciò che vive a tutti i livelli. Ci guida in questa scoperta, ci protegge e ci invia gli esseri che ci illumineranno su questo piano. Ci chiede di aprirci ancora di più a noi stessi e agli altri attraverso il cuore e l’apertura del cuore. L’amore è la chiave che ci permette di ricevere informazioni e conoscenza dai piani sottili e dai Piani di Luce.

L’Angelo DAMABIAH ci aiuta a non entrare nelle nostre paure e nelle nostre emozioni. Al contrario, ci insegna a usare la gioia del cuore. Quando siamo nel cuore, nasce la gioia. Ci porta a contattare la nostra Sapienza di Cristo, la saggezza che viene dal cuore.

L’Angelo DAMABIAH ci chiede di diventare il ricettacolo delle stelle, dei pianeti e delle costellazioni. Ci permette di costruire la Vita in modo da restituirne l’immagine, come uno specchio. È attraverso queste nuove immagini che arrivano le nuove idee di domani.

PAROLE CHIAVE :

Il raccolto del secolo

Cuore illuminato

Amore divino

Illuminazione di gioia

Comunicazione dell’angelo DAMABIAH

Il tuo ruolo in futuro sarà quello di trovare la Madre dentro di te, diventare Madre e incarnare il Padre nell’energia di una madre. Questo sarà l’inizio e la fine per trovare dentro di voi questa energia di Luce e Illuminazione. Ti viene chiesto prima di identificarti con l’energia della Madre, della Madre Terra che si prende cura dei suoi figli. Il suo primo figlio, ovviamente, siete voi stessi. Devi prenderti cura di te stesso, del tuo spazio interiore in modo equo ed equilibrato, e non in modo egoistico, egocentrico o egoistico, ma al contrario prenderti cura di te stesso, prenderti cura del tuo corpo, della tua mente, come di un lavoro di cui hai bisogno per aiutarti, amarti, rafforzarti per realizzare tutto ciò che devi fare.

Il secondo compito da assolvere è ovviamente quello di prendersi cura degli altri, tenendo sempre in vista questo equilibrio di voi stessi, perché lavorare con gli altri non deve in alcun modo destabilizzarvi. Se l’altro ti destabilizza, è perché devi guardare indietro per un po’ te stesso per equilibrarti, poi torni dall’altro, finché non senti che sei giusto con te stesso e con te stesso. Devi quindi ricevere la saggezza della Luce dove ognuno deve trovare il suo vero posto come essere d’amore, come essere materno che deve amare i suoi, che deve amare ciascuno e che poi deve incorporare in sé l’energia di un padre, vale a dire una padronanza delle energie di queste madri in modo che non diventino una fonte di tracimazione.

L’energia della Madre è di grande dolcezza, tenerezza, amore, ma deve anche imparare la fermezza, l’equilibrio delle Leggi, la correttezza, l’autorità ei limiti di ciascuno. Quindi devi vivere queste energie, scoprirle, metterle in atto dentro di te, e la Madre Terra che ti ha sostenuto per millenni e che oggi ha bisogno del tuo sostegno per poter ristabilire il suo naturale equilibrio lungo il cammino. Questa Madre Terra ha bisogno dei suoi figli, e ha bisogno anche di loro per trovare questo equilibrio del Padre, questa energia di Luce e Illuminazione verso cui si sta dirigendo come tutti gli altri. Ciò che l’energia della Terra porta, lo porti anche tu. Quello che indossi, lo indossa anche l’energia della Terra e così va, per tutto sul pianeta.

Questa idea di trasmutazione, di illuminazione, di ascensione verso la Luce non è un’idea unica dell’uomo. È uno stato di coscienza per tutto e per tutto ciò che esiste. L’uomo è una forza trainante importante affinché tutto possa evolvere nella sua stessa linea. Per questo l’uomo ha un posto molto importante e un’enorme responsabilità poiché è lui, in un certo senso, che fa la pioggia e il bel tempo sul tuo pianeta e anche oltre il tuo pianeta poiché l’energia del pianeta stesso influenza altre parti del universo.

È sempre la stessa Legge di Risonanza. La vostra responsabilità e il vostro ruolo sono quindi di portare questo stato di Luce e Amore a voi stessi, a tutti voi, alla Terra e agli altri. Devi rispettare questa Luce in modo che possa prendere il suo posto nel cuore di tutti. Hai molto da scoprire in questo specchio, questo specchio di Luce che ti farà trasmettere molte cose all’esterno, cose luminose tra cui in particolare la cosiddetta conoscenza esoterica, ora chiamata spirituale, per ricevere stelle dal Cielo, costellazioni, altri argomenti di lavoro, altri argomenti di elevazione, in modo che tu possa andare oltre sul tuo pianeta e puoi salvare questo e te stesso da

Avrai bisogno di molta pazienza, molto amore, molta perseveranza e molta Luce per far emergere questa Luce e questo amore in un modo più importante sulla tua Umanità. L’intuizione che ognuno ha può darti chiavi illimitate per trasformare la tua vita, perché la tua intuizione, legata alle tue due fonti di tipo maschile e femminile, attraverso l’equilibrio delle tue due polarità, ti permette allo stesso tempo di trovare questo equilibrio. e fondo. Quando sei in sintonia con questa energia incrociata dentro di te e nel tuo corpo, questa croce che attraversa a livello del cuore, questa energia del cuore importante per la mia essenza e per la tua, quando sei ben posizionato, bene in equilibrio tra l’alto e il il fondo, la destra e la sinistra del tuo corpo, il tuo cielo e la tua terra,

Queste vette più alte della Conoscenza, infatti, sono lì solo per portare una Luce più grande a tutto ciò che esiste, una maggiore chiarezza di mente e un amore più grande, così che tutti possano un giorno dire: sappiamo cosa sta succedendo, è felicità. Sappiamo cos’è un essere felice e lavoreremo affinché tutti possano scoprirlo, metterlo a posto, farlo durare in modo che tutto possa sperimentarlo.

Devi quindi scoprire un passaggio importante dentro di te, il passaggio del cardiaco che si incarna in te e sulla tua Terra. È un passaggio quasi iniziatico eccessivamente importante che esiste da sempre, in tutti i passaggi iniziatici e in tutte le vostre scuole esoteriche. Conosci bene questi passaggi perché li hai vissuti spesso. Sono queste porte che ti danno l’opportunità di ricevere doni psichici estremamente importanti. Questi doni psichici vengono dati solo dal momento in cui hai fatto questi passaggi e quando sei nell’accettazione di questo dono cardiaco, di questo dono cristico che hai dentro di te.

Ti viene quindi chiesto di nuovo di mettere in atto queste energie e di rivivere quel dono di servizio, quel dono agli altri che hai installato dentro di te molto tempo fa. È così che l’Era dei Pesci passa nell’Era del Cristo e la porti al livello vibratorio del maggior numero. Hai così la benedizione del Cielo e compi il tuo lavoro con gioia, luce e felicità.

* * *

L’elemento acqua rappresenta i sentimenti e tu hai molta acqua nel tuo corpo, quindi molti sentimenti.

Ma a cosa servono i sentimenti che non sono impregnati di luce per te se non lacerarti?

La luce costruisce, la paura distrugge. La luce ti aiuta a diventare quella fonte di saggezza che è un vero distributore di sentimenti di amore, dedizione, rispetto, affetto. Hai tante, tante qualità da dare che una fontana non basta.

È importante che tu sappia come gestire le tue emozioni in modo che nessuna di esse possa interferire con i tuoi pensieri, azioni e addestrarti a fare ciò che non avresti mai voluto fare.

Devi sempre avere il controllo di quello che fai, fallo sempre in coscienza. Ogni volta che fai qualcosa senza pensare, allora la saggezza non è con te, la saggezza è calma, metodica, analizza, studia e rassicura.

Il sagge ti aiuta ad essere più tollerante, più retto, più serio, ma anche più divino, più giocoso. Nella saggezza trovi la tua realtà, ciò per cui ti sforzi. La saggezza è tua amica, ma devi domarla.

Posso portarti più saggezza nella tua vita. se me lo chiedi, ti porterò conforto. Ma sappi che nulla può essere distrutto se non dal male e dalla totale mancanza di amore.

La saggezza è amore che si è calmato, la saggezza dell’amore è saggezza trascesa.

Tutto è perfetto in tutto l’universo.

Non esitare a chiamarmi quando hai bisogno di me, ti mando tutto il mio amore.

* * *

Alchimista: DAMABIAH, parlami della missione del Coro degli Angeli

DAMABIAH: La pace sia con te.

Alchimista, sono il primo del coro degli Angeli. Il nostro compito è dare solide basi alle strutture fisiche organizzando al meglio i loro diversi elementi fondamentali. Presto entrerai in un nuovo ciclo dal 21 marzo, ma da oggi in poi inizia per noi l’opera di pulizia e purificazione del tuo universo manifestato e nulla sfuggirà all’impatto delle nostre azioni. . Le nostre essenze filtreranno tutti i livelli di coscienza per liberarli da tutto ciò che impedisce loro di essere impregnati del nostro Amore.

Scegli i 40 giorni del nostro regno per fare il più possibile dei digiuni e delle preghiere per la tua elevazione spirituale. Dal 9 febbraio al 20 marzo, prendiamo il comando dal cielo e se collabori con noi, se ci offri la tua terra umana, ti aiuteremo nel tuo desiderio di purificazione. Non si tratta solo di morire di fame.

Si tratta soprattutto di avere pensieri nobili e soprattutto di cercare Dio in questo periodo. Svuota te stesso delle tue passioni cieche e agisci nella direzione del Bene. Soprattutto, il tuo compito sarà quello di privarti di cattivi pensieri, passioni inutili e azioni che potrebbero disturbare la tua coscienza.

Così ci permetterai di agire su più piani del tuo Essere.

Alchimista, la pace sia con te!

Mia amata, voglio offrirti la rosa verde. Sì, voglio offrirti il ​​mio calice pieno di succo di vite del Nuovo Patto. Tuttavia, è necessario disporre dello spazio appropriato disponibile.

Devi volermi in modo che, come una calamita, io sia attratto da te.

L’essenza dell’opera alchemica, che mi permetterà di aprirvi le porte del mio regno, è stata appena rivelata. Compi i tuoi doveri e sperimenterai l’evidenza dei tuoi diritti.

Possa La pace essere con te.

* * *

Grazie a te, Signore DAMABIAH ,

Angelo specialista del mare profondo

dall’oceano dei miei sentimenti,

Vivo una nuova esperienza.

Sto navigando sul sottomarino della scoperta

del mio io interiore.

Vedo dei pesci d’oro meravigliosi

chiamate qualità luminose,

e mostri oscuri e aggressivi chiamati difetti.

Con saggezza, analizzo l’acqua dei miei sentimenti,

e ho scoperto una dieta capace di svilupparsi

il primo e distruggere il secondo:

amore-tolleranza.

Da oggi distribuisco abbondantemente

questo cibo celeste, per purificare

il mare delle mie emozioni, e di poterlo fare

la pesca miracolosa dei discepoli di Cristo,

vivi per sempre nei nostri cuori.

* * *

Comunicazione dell’Angelo DAMABIAH

Io sono la Luce del Cuore.      

Io sono la Coscienza del Cuore.      

Io sono colui che permette alla Luce di prendere il suo posto nella Materia.      

Io sono l’Amore Incommensurabile che la Luce porta alla Materia.      

La Luce è la sorgente dell’essere della Materia.      

Senza di lei non esisterebbe.      

Io sono la chiarezza dei misteri,      

quelli a cui accede la tua coscienza quando è pura Luce.      

Io sono la natura infinita di tutte le cose.      

Io sono quello che purifica con il cuore.      

Sono io che riporto la pecora smarrita.      

Io sono l’Illuminazione del Cuore.      

Io sono colui che ne promuove l’espansione fino ai confini dell’Universo.      

Io sono l’energia che permette di creare la tua Materia      

e che promuove l’equilibrio del tuo mondo attraverso la presenza della Natura.      

Io sono la Forza della Nascita      

e la consapevolezza che hai della Nascita.      

Io sono la Luce dell’Amore.      

Tu sei la Luce dell’Amore.      

DAMABIAH, ti do il benvenuto.

* * *

65 - nome damabiah

Damabiah si scrive anche Demaviah in francese

65 - demava

Demav è il nome della radice con le lettere Daleth, Mem, Beith

Damabiah simboleggia la capacità di trovare la nostra fonte di acqua viva. La chiamata di questo angelo è benefica per la guarigione attraverso l’imposizione delle mani. L’immagine della fonte della saggezza ben si sposa con il significato geroglifico delle lettere ebraiche: Daleth = porta o apertura. Mem = acqua. Beith = La casa, l’interno.

* * *

Cosa si può ottenere da DAMABIAH

1.- Protezione contro gli incantesimi.
2.- Protezione contro i naufragi, morali o marittimi.
3.- Successo in imprese utili soprattutto quelle legate al mare
4.- Scoperte che possono valere una fortuna.
5.- Aiuta ad evitare aziende che possono creare problemi…

 CONVERTERE, DOMINE DAMABIAH, USQUE QUO? E DEPRECABILIS ESTO SUPER SERVOS TUOS.

Modulo di chiamata dell’angelo custode

” Torna indietro, o DAMABIAH ! Fino a quando?… Abbi pietà dei tuoi servi .” ( Ps90, v13 )

Invocazione

DA – DAMABI – DAMABIAH

Signore DAMABIAH , Dio fonte di saggezza , tu che hai aiutato i popoli gimnosofici sotto il nome di TARA , ti ringrazio.

Voglio conoscere il tuo segreto sulla felice combinazione di Fuoco e Acqua.

Voglio che tu mi insegni a costruire con Acqua e Fuoco, con le regole del Maestro HIRAM e con l’immensa conoscenza di Re SALOMONE.

Voglio, Signore, che questa conoscenza riempia i miei spazi interiori per costituire un mare calmo che rasserena e genera forza spirituale.

Signore, proteggimi dalle tempeste appassionate e rendimi un cittadino a pieno titolo del Tuo Universo di Armonia.

AMEN – AMEN – AMEN

DAMABIAH sollecita

Il Signore mi ha posto in questa parte di Paradiso
affinché i pescatori
non tirino le lenze senza una buona pesca.
Se la tua anima è pronta a gettare le reti,
metterò
dentro qualcosa di tangibile e sostanziale
che ti farà pensare che
quando arrivi in ​​fondo alle cose,
c’è sempre un tesoro da pescare.
La Luce che risplende Lassù, nelle alture,
si riflette nelle profondità dell’acqua;
e (questa Luce) è lo stesso pescarla in alto
o catturarla in basso;
perché è la stessa Luce: essa o il suo riflesso.
Questa Luce è quella che ti dice
che dovresti andare verso orizzonti lontani;
se devi viaggiare verso l’alto o verso il basso;
nord o sud;
perché la Verità si trova nei sei punti cardinali.
Alla ricerca della mia verità,
troverai un’immensa fortuna
che dovrebbe consentirti di diventare la
roccia viva del mio edificio,
maestro, testimone, modello vivente
della Maestà dell’Eterno. <888>

27 YERATHEL – 2-6 agosto

ange_roux
27___Yerathel

27 YERATHEL

Dio che punisce i malvagi

Essenza angelica : diffusione della luce della civiltà e della libertà

L’umanità ha più che mai bisogno di te,

Signore YERATHEL ,

portatore di luce, parola magica divina

dal primo giorno della creazione,

che libera le tenebre,

e che illumina tutte le civiltà.

ti chiedo umilmente,

vieni in nostro aiuto.

aiutami a riconoscere tutti coloro che lavorano

per la diffusione di questa luce,

in modo che possiamo unirci a te,

abbiamo formato la nuova luce,

del municipio del regno dell’età dell’oro.

Qualità sviluppate: pentimento, rettitudine, lealtà al proprio destino, benevolenza, pacifismo, felicità.

Difetti cancellati: intolleranza, insolenza, schiavitù, ignoranza.