Posts by :

Scopri la massima evoluzione con i Rituali Supremi

I Rituali Supremi dell’Arte Suprema del Trigono sono la massima evoluzione e il superamento della Tradizione: sono gli strumenti più completi, più duttili e più potenti delle Scienze Esoteriche. In essi vi è la purezza originaria del Rito, com’era nei tempi più antichi, secondo il quale. come descrive Frazer: 1) Non vi è una speciale classe di persone designate a compiere i Riti… I Riti possono essere eseguiti da chiunque, secondo l’occasione porti. 2) Non si scelgono luoghi speciali per compiere i Riti … Si possono eseguire i Riti in qualunque luogo, secondo che l’occasione porti.» La grande forza e modernità dei Rituali Supremi sta anche in questo ritorno alle origini, in questa ritrovata semplicità di esecuzione, che non richiede nessuna speciale predisposizione, nessuna investitura da parte di un Maestro, nessun tempio sacro in cui operare, ma lascia ciascuno completamente libero di agire, secondo l’occasione porti. La pratica dei Rituali ha da sempre accompagnato ogni cultura esoterica, essi sono il momento propiziatorio per eccellenza, il punto di contatto tra l’uomo e la dimensione superiore. È praticamente impossibile in queste poche righe tracciare, anche solo a grandi linee, una storia della pratica rituale. Il Rituale, fin dall’alba dei tempi, è la ripetizione di un gesto archetipo che si colloca in una dimensione aspaziale e atemporale, è il punto di contatto con l’infinito, il modo che ha ciascuno di noi per rendere efficace la propria volontà. I Rituali Supremi, come si è detto, hanno fatto tesoro dell’eredità della Tradizione, ma sono un nuovo inizio, sono essi stessi degli archetipi a cui fare riferimento, in essi non vi è ormai traccia del passato, sono un ritorno ai primordio alla purezza del simbolo, che non necessita della mediazione del linguaggio, ma che già tutto contiene. E proprio perché già tutto è tracciato nei loro pentacoli, non serve una precedente preparazione dell’esecutore, né servono paramenti e templi per rafforzarne la loro azione. Chiunque può dunque operare in perfetta solitudine, trovando in quel mentre la propria breccia che conduce all’infinito, che armonizza con le altissime Intelligenze che governano le simboliche Sfere e che presiedono ai diversi aspetti della vita. La prima degenerazione di questa forma primaria di Rituale è la celebrazione tribale, dove non più il singolo, ma il gruppo, esegue il Rito, immettendo in esso energie estranee, creando nuovi eggregori, perdendo il momento iniziale di rapporto diretto e personale, creando gerarchie e privilegi. L’arte cerimoniale era la scienza ufficiale dell’antico Egitto, ma era privilegio di casta. Il primo a creare una Scuola fu Pitagora, ai cui metodi, ci siamo più volte ispirati.  Dal 1991 è iniziata una nuova Era, la nostra Scienza è ripartita con la forza e la purezza che il tempo aveva cancellato.

RISVEGLIARSI… SCOPRI COME CON L’ANNO MAGICO..

Un corso teorico-pratico di Esoterismo.
La Scienza Esoterica, al pari delle altre scienze antiche , necessita di un preciso PERCORSO DI APPRENDIMENTO, in cui ciascuna tappa è un’ importante fase di maturazione e di realizzazione. E mentre l’estrema specializzazione delle moderne discipline non consente una visione globale della materia, in campo esoterico si arriva alla conoscenza esoterica. L’insegnamento dell’esoterismo assomiglia a quello delle antiche scuole filosofiche, ad esempio nella scuola di Pitagora si partiva da concetti matematico-filosofici per arrivare a nozioni esoteriche. Altrettanto nell’esoterismo si parte da problemi di materiale-economico, per arrivare alla conoscenza dei più sublimi misteri. Le vie proposte dalle varie Scuole per arrivare alla padronanza della materia esoterica possono sembrare, ad un esame superficiale, anche abbastanza diverse tra loro. In realtà scartando le pseudo-scuole che non conducono a nulla, il percorso è invece sostanzialmente identico per tutte le vere Scuole, in ogni tempo e parte del mondo. Sempre troveremo, sotto varia forma, le OTTO TAPPE maturative fondamentali che verranno descritte a proposito degli otto Festival del Calendario Esoterico. Come abbiamo detto sopra, si parte da PROBLEMI PRATICI, di ordine materiale, che sono quelli che più spesso inducono le persone ad interessarsi di esoterismo, per intraprendere un cammino nella conoscenza più segreta della SCIENZA ESOTERICA. I Festival dell’Anno Magico, che sono le tappe evolutive fondamentali, hanno innanzitutto importantissime azioni propiziatorie di ordine materiale. Nella cultura esoterica non si disprezza mai il mondo della materia, nè si considerano i problemi materiali meno degli di quelli spirituali, in quanto si sa che chi è afflitto dalle contingenze del quotidiano non può essere libero e chi non è libero non può desiderare di accontentarsi ai grandi misteri dell’esoterismo. Per questo ciascun Festival reca sempre grandi doni in ordine pratico, dimostrando una saggezza antica attenta alla vita dell’uomo, che è visto non come solo spirito o come sola materia, ma come la sintesi indivisibile di Spirito+Materia.
OPERARE IN SOLITUDINE E PIENA LIBERTA’..
Il metodo da noi proposto, che è da considerarsi un VERO CORSO DI ESOTERISMO TEORICO E PRATICO , una scuola nel senso classico, è innanzitutto il metodo della più ampia LIBERTA’. Gli 8 Festival che compongono l’Anno Magico venno eseguiti NELLA PROPRIA ABITAZIONE O NEL PROPRIO STUDIO, DA SOLI, senza dover appartenere a nessuna setta o congrega. Anzi il concetto di setta e di gerarchia è assolutamente contrario ed estraneo alla vera cultura esoterica, i risultati che ciascuno può trarrecsono solo quelli che ottiene operando in solitudine, nella più assoluta libertà, nel PROPRIO INTIMO RACCOGLIMENTO.
ESOTERISMO significa innanzitutto libertà, libertà di decidere di avvicinarsi o meno, libertà di eseguire i Festival o di sospenderli quando si vuole, libertà dal vincolo con qualunque maestro o santone. Libertà di scegliersi da soli la propria condotta morale: la Scienza esoterica è infatti una scienza e NON UNA RELIGIONE, i suoi strumenti agiscono a prescindere dal fatto che esegue sia buono o cattivo, a prescindere dal fatto che le richieste fatte siano eticamente giuste o sbagliate. Chi si avvicina a queste Scienze tuttavia, specialmente se decide di eseguire l’Anno Magico, ben presto acquisterà una MAGGIORE SPIRITUALITA’. Basta anche eseguire due soli Festival per veder aumentare la propria sensibilità che si trasforma progressivamente in sensitività. la maggior spiritualità acquisita verrà subito avvertita sia dallo stesso soggetto, sia dalle persone circostanti, e si spanderà in parte anche su di loro. Specialmente chi si occupa di Esoterismo a livello professionale, come gli occultisti, diffonderà un maggiore alone di spiritualità, perfettamente avvertito dalle altre persone, pur conservando, come Pitagora, per sè stesso i propri segreti. L’Anno Magico consente a tutti coloro che lo seguono una progressiva maturazione nel campo della comprensione e della traduzione pratica della Scienza Esoterica. Il cammino sarà identico per tutti per un lungo tratto, ovviamente più ci si inoltrerà negli alti livelli, e più saranno importanti le volontà e la predisposizione soggettiva, ma questo è normale in ogni altra arte. TUTTI, COMUNQUE, A PRESCINDERE DALLE DOTI DI PARTENZA, POSSONO ASPIRARE, se lo vogliono, AL RAGGIUNGIMENTO DEI PIU’ ALTI TRAGUARDI IN CAMPO ESOTERICO, specialmente se motivati da esigenze professionali o dal fermo desiderio di conoscenza.
L’ANNO MAGICO NELLA PRATICA
L’Anno Magico è il cammino da compiere per raggiungere la conoscenza e la maturità operativa in campo esoterico. L’Anno magico è la via più dolce per accedere ai misteri dell’esoterismo, esso si basa sulla naturale successione delle stagioni, le quali, sia per l’uomo che per ogni essere vivente, costituiscono una sorta di orologio biologico che scandisce i ritmi della vita materiale e spirituale. secondo la saggezza antica, nel ritmico allungarsi del giorno e della notte, nella fioritura, nella maturazione delle messi, nel raccolto, sono nascosti messaggi simbolici, scritti da mano divina, e chiunque riesca ad armonizzarsi con loro potrà conoscere i più profondi misteri dell’UNIVERSO. In altri termini, l’Anno Magico è la perfetta coincidenza della natura con le tappe dell’evoluzione dello spirito. Se l’Allievo si armonizza con i cicli cosmici e impara a leggere i loro simboli con gli occhi degli antichi sapienti, vedrà COMPIERE IN SE STESSO quella trasformazione che la Natura rinnova ogni anno, e saprà andare oltre, poichè egli è partecipe di uno spirito che tende ad evolversi per raggiungere mete sempre più elevate e che domina e governa la stessa Natura. Questo metodo è naturale e semplice, infatti così come le piante non hanno bisogno di istruirsi per sbocciare, fiorire e fruttificare, altrettanto lo spirito dell’ Iniziato non avrà necessità di apprendere nozioni per elevarsi, ma lo farà in modo spontaneo e naturale.
la chiave Teorica dell’Anno Magico è lo ZODIACO TROPICO, la precessione degli equinozi che muove a ritroso le costellazioni era già conosciuta infatti fin dai tempi di Ipparco (150 a.C.) o, secondo recenti scoperte, addirittura fin dal secondo millennio a.C.(testi delle Piramidi..)
Grazie al,l’inclinazione dell’asse terrestre rispetto al piano dell’eclittica, è possibile distinguere nella rivoluzione della Terra attorno al Sole (anno solare) quattro punti cardinali, comunemente chiamati SOLSTIZI (estate e inverno) e EQUINOZI (primavera e autunno). Queste 4 date più le 4 a loro intermedie costituiscono la GRANDE RUOTA, i cui 8 raggi, detti per tradizione Festival Esoterici, sono i momenti fondamentali della maturazione Spirituale di chi si accosta all’Esoterismo. Ciascuno di questi 8 Festival contrassegna l’inizio di una stagione, oppure ne rappresenta il punto culminante. Da notare che per la tradizione esoterica le stagioni non iniziano nei punti cardinali, come invece succede per il calendario civile, ma nelle date a loro intermedie, le quali nell’antichità (basti pensare ai Celti) erano considerate le più importanti in assoluto.
LE DATE DEI FESTIVAL
La leggera discrepanza tra la lunghezza dell’anno civile che dura 365 giorni e il tempo effettivamente necessario alla terra per compiere una rivoluzione attorno al Sole che è di 365 giorni 5 ore 48′ e 46” oltre a comportare la necessità degli anni bisestili, sposta continuamente di qualche giorno la data esatta degli equinozi e dei solstizi. fatta questa osservazione e considerando che queste date valgono per il loro alto contenuto simbolico e non per l’esatto momento astronomico, si è preferito, assecondando una tradizione millenaria, continuare a celebrare i Festival in quelle stesse date che ci sono state tramandate sin dai tempi più antichi. Così ad esempio il Festival del Solstizio d’Estate , invece di celebrarsi il 21 o il 22 Giugno, si preferisce continuare a celebrarlo il giorno di San Giovanni (24 Giugno), continuando una tradizione che, come vedremo si perde nella notte dei tempi. rispettando quindi le date dei Festival riportate nei vari calendari più antichi, tra cui quello Celtico in particolare, da cui abbiamo preso a prestito anche i nomi, ma anche in quello romano, quello misterico Greco (Eleusino), ecc.. abbiamo ripristinato l’antico CALENDARIO ESOTERICO UNIVERSALE, cui si hanno ancora evidenti tracce nei calendari attuali di popoli di ogni parte del mondo, in molte feste popolari e tradizioni giunte fino alle soglie dei giorni nostri.
ECCO DUNQUE LA SUCCESSIONE DEI FESTIVAL ESOTERICI CHE COMPONGONO L’ANNO MAGICO:
 
1- SAMHAIN / HALLOWEEN / OGNISSANTI / 31 OTTOBRE inizia l’Anno Magico, inizia l’Inverno Esoterico
2- YULA / YULE / I SATURNALI / 21 DICEMBRE Solstizio D’Inverno, Festa di mezzo Inverno
3- IMBOLC/ CANDLEMAS/ LA CANDELORA / 2 FEBBRAIO inizia la Primavera Esoterica
4- VERNAL EQUINOX / EOSTARA LADY DAY / L’EQUINOZIO MARZO Equinozio di Primavera, Festa di Mezza estate
5- BELTANE / MAY DAY / CALENDIMAGGIO 30 APRILE Inizia l’Estate Esoterica
6- MIDSUMMER’S EVE / ST. JOHN’S EVE / GIORNO DI SAN GIOVANNI BATTISTA 24 GIUGNO Solstizio d’Estate, Festa di mezza Estate
7- LUGNASAD / LAMMAS / IL RACCOLTO 31 LUGLIO Inizia l’Autunno Esoterico
8- HARVEST HOME / MICHEALMAS / GIORNO DI MICHELE ARCANGELO 29 SETTEMBRE Equinozio d’Autunno, Festa di mezzo autunno.
 
….SE STAI LEGGENDO NON E’ UN CASO….
 
visita il nostro sito… www.artesupremadeltrigono.com

24 giugno, Festival del Giorno di Giovanni Battista – il Pugnale del Comando

Siamo al Solstizio d’Estate, uno dei giorni più magici dell’ Anno, dove le due dimensioni, quella umana e quella divina, sembrano più che mai confondersi ed intrecciarsi, Beltane ha infatti aperto la Via dell’Albero, che collega le due dimensioni..

Acqua e Fuochi rigeneratori e purificatori, erbe dalle magiche virtù, riti, usanze, tradizioni millenarie e molteplici si accompagnano a questo giorno di MEZZA ESTATE che per la nostra Arte rappresenta il compimento della fase al Rosso e che porta all’immediata acquisizione di potere personale mediante la consacrazione del Pugnale Supremo del Comando, strumento di potere sul mondo invisibile.

E’ la festa di Mezz’Estate, uno dei giorni più ESOTERICI dell’Anno. Di lei si ha traccia in ogni popolo e in ogni cultura, del Midsummer’s Day che è secondo solo ad Halloween come notorietà popolare, hanno parlato poeti e scrittori (si pensi al Sogno di una notte di mezza estate di W. Shakespeare); in ogni calendario una Festività importante è sempre ricorsa il 24 Giugno, affinchè il simbolismo del Solstizio d’Estate fosse tramandato e celebrato.

Acque, rugiada miracolosa e falò, sono l’aspetto essoterico di un altissimo evento esoterico: il Frutto dell’Albero della Vita, la cristallizzazione della Luce nella Pietra, il Fiore d’Oro degli Iniziati, e il Pugnale dell’Arte che ne è la loro pratica realizzazione…

LE MASSIME VIRTU’ DI UN PIANETA NELLA SUA ESALTAZIONE

L’Astrologia, regina di tutte le scienze esoteriche, suddivide l’anno solare in dodici segni, ciascuno esteso 30 gradi esatti, partendo dall’Equinozio di Primavera. Questa ruota immaginaria fa da palcoscenico ai transiti dei pianeti, del Sole e della Luna. Ogni pianeta ha un domicilio primario, uno secondario, e un esaltazione nella quale esprime al massimo le proprie virtù. (vedi esaltazioni in fondo).

I Talismani Zodiacali Supremi racchiudono in sè proprio le massime virtù di un pianeta nella sua esaltazione, potenziandole ed esprimendole con la forza dei Talismani Supremi. Sono quindi potenti strumenti per CORREGGERE IL DESTINO, fin dentro le pieghe del Karma. Ciascuno potrà scegliere di rinascere sotto una buona stella, correggendo con l’Arte ciò che non ha ricevuto con la sorte. Si tratta di strumenti di GRANDE POTENZA, paragonabili agli ANELLI SUPREMI che rappresentano una delle creazioni più alte e raffinate della scienza esoterica, strumenti di grande bellezza e grande efficacia, capaci di propiziare in modo profondo il destino…

I TALISMANI ZODIACALI (detti anche ANULI SUPREMI) paragonabili come potenza SOLO AGLI ANELLI  sono il meglio dell’Arte Suprema. Abbinano una grande POTENZA alla BELLEZZA di un gioiello di alta oreficeria (nessuno direbbe che si tratta di un Talismano). Essi consistono in un corpo di ARGENTO 925 fuso a cera persa in cui sono stati INCASTONATI DUE TALISMANI IN ORO 18K IMPRESSI AL CONIO. L’effetto è di una moneta d’oro fior di conio incastonata in un gioiello d’argento.

http://artesupremadeltrigono.com/ps/it/20-talismani-zodiacali-supremi

PIANETA               ESALTAZIONE

SOLE                          ARIETE                                                      SATURNO                BILANCIA

LUNA                         PESCI                                                         URANO                     VERGINE

MARTE                     CAPRICORNO                                           NETTUNO               ACQUARIO

MERCURIO             SCORPIONE                                              PLUTONE                GEMELLI

GIOVE                       TORO                                                          PROSERPINA          SAGITTARIO

VENERE                   CANCRO                                                     PAN                           LEONE

 

 

– LA GIOVINEZZA- LA PURIFICAZIONE – TRASFORMAZIONE E RINNOVAMENTO –

La Candelora, Candlemans, Lupercalia, Brigid’s Fest, Imbolc è, nel rispetto della tradizione pluri-millenaria tradizione, il Festival della FONTANA DI GIOVINEZZA, del RINNOVAMENTO PROFONDO, della PURIFICAZIONE PIù SUBLIME, della RINASCITA MATERIALE E SPIRITUALE. Al grande valore iniziatico e spirituale, questo importantissimo Festival abbina importantissime azioni sul piano fisico e materiale, ricaricando i canali energetici, rigenerando e purificando in profondità. “Corpo, Mente e Spirito”, sono tra le parti inscindibili dell’essere umano, il loro equilibrio e la loro salute si riflettono positivamente in ogni settore della vita, mentre lo squilibrio di uno solo si ripercuote su tutti gli altri, danneggiando persino le capacità di fare, il lavoro, l’amore, la fortuna.

UN INDIVIDUO POSITIVO ATTIRA POSITIVITA’, AL CONTRARIO, UNA CONDIZIONE DISARMONICA ATTIRA SOLO NEGATIVITA’. Non esiste momento migliore dell’Anno, come da sempre insegnano gli esperti, per operare questa purificazione, e non esiste strumento più potente e completo del Festival Esoterico di Imbolc.

le seguenti azioni del Festival di Imbolc sono tutte richiedibili:

  • Equilibrio bioenergetico per il ringiovanimento del corpo e dell’aspetto esteriore.
  • Novità, rinnovamento, liberazione in amore
  • Trasformazioni, Novità e Rinnovamenti nel lavoro
  • Un nuovo stile di vita
  • Evoluzione Spirituale
  • Giovinezza della mente

AZIONI AUTOMATICHE:

  • Sensitività e veggenza
  • Purificazione ed Esorcismo radicale.

http://artesupremadeltrigono.com/ps/it/festival-dell-anno-magico/15-festivalimbolc.html

Il sacrificio, la cattura, la vittoria sul cinghiale è la fase propriamente pertinente a Imbolc. Le forze irruenti, irrazionali, mescolanza di energia solare e lunare devono essere PURIFICATE, ossia, dicevano i Filosofi, occorre separare il Bianco da tutto il resto, la parte più pura ed elevata. Ciò che resta sul fondo deve subire un ulteriore maturazione, che vedremo nei prossimi Festival,ma che in sintesi dovrà portare al rosso e poi all’oro.

Le Purificazioni di Febbraio hanno un’origine molto antica, alla fine di Gennaio a Roma iniziavano le feriae sementinae, contrassegnate da cerimonie purificatorie e propiziatorie, che si continuavano in Febbraio, anzi l’intero mese di Febbraio era dedicato a RITI DI PURIFICAZIONE. Februa era ciò che si adibiva per farlo, februata era la cosa purificata. Molto interessante la successione delle celebrazioni romane, le quali rispecchiavano uno schema che ormai ci è familiare. Nell’ordine si avevano: il culto dei Mani (gli spiriti dei defunti), Virgo Vesta (il Fuoco Sacro che ricorda la Bride dei Celti) e infine i Lupercali (in essi viene raffigurata una coscienza iniziatica superiore; *rivedremo in seguito). quindi dapprima il buio, poi il Sacro Fuoco acceso su quella sacra fossa dedicata agli Dei sotterranei e, infine la tumultuosa corsa dei Luperci che dall’antro escono dalla Luce.

LA LUCE DELLA CANDELORA.

PURIFICAZIONE, RINNOVAMENTO, RINASCITA, FONTE DI GIOVINEZZA, TRASFORMAZIONE, NUOVA LUCE CHE SI DIFFONDE, sono tutti aspetti del Festival di Imbolc. Passano i secoli e i millenni ma il significato delle date fondamentali del Calendario non cambia. ad esempio da VII secolo d.C. il 2 Febbraio è la ricorrenza della Presentazione al Tempio del Signore. secondo la legge ebraica ogni primogenito, compiuti i 40 giorni di vita, doveva essere presentato al tempio del padre dove in quella occasione avveniva anche la purificazione rituale della madre. La Candelora dista appunto 40 giorni dal natale, ed ecco allora anche che il significato di Luce che aumenta e che si diffonde e di purificazione assume un valore ancora più elevato. Molto simbolica era anche l’antica Festa della Candelora che prevedeva dapprima una processione per le strade del paese a ceri spenti [nigredo], poi tutti i devoti prima di entrare in chiesa, accendevano la candela [albedo], attingendo da un unico cero posto nell’ingresso. Qui il simbolismo di Tenebra e quindi Luce proviene da un unica fonte è chiaro, ma i fedeli se numerosi, potevano anche far accendere il vicino direttamente dalla propria candela, divenendo in tal modo loro stessi portatori della nuova Luce. Con le candele accese si entrava in chiesa.. quasi per nascondere la verità ai profani…

P.F.