Posts by :

PANDEMIA

<888> Il 18 ottobre 2019, la Bill and Melinda Gates Foundation mostra una simulazione sulla diffusione di una pandemia da coronavirus durante l’Event 201 di New York per promuovere la fusione della sanità pubblica con l’industria privata, implementare la ricerca sui vaccini e orientare le istituzioni verso le vaccinazioni di massa. Poche settimane dopo, la pandemia da coronavirus inizia a diffondersi per davvero. Alcuni fatti però hanno suscitato dubbi e sospetti difficili da liquidare come semplici coincidenze. Nel 2015, per esempio, Bill Gates aveva predetto che il mondo avrebbe dovuto affrontare una nuova pandemia dalla quale si sarebbe salvato solo grazie ai vaccini. Esistono inoltre le prove per dimostrare come i governi e i media siano stati “orientati” a favore dei lockdown, delle vaccinazioni di massa e di uno smisurato debito pubblico dal quale i cittadini saranno messi in ginocchio e molte imprese saranno costrette a fallire. A poco più di un anno dall’inizio della pandemia, il gran numero di prove, testimonianze, indizi e molte delle incredibili coincidenze raccolte in questa indagine accurata consentono una ricostruzione degli eventi completamente diversa da quella diffusa dai mezzi di comunicazione di massa. Esistono inoltre le prove per dimostrare come i governi e i media siano stati “orientati” a favore dei lockdown, delle vaccinazioni di massa e di uno smisurato debito pubblico dal quale i cittadini saranno messi in ginocchio e molte imprese saranno costrette a fallire. Un’ipotesi politicamente molto scorretta in cui le pandemie diventano un’arma in mano all’élite finanziaria e farmaceutica per accumulare enormi profitti, imporre una dittatura sanitaria globale e costringere gli Stati a cedere ogni forma di sovranità con il falso pretesto della salute pubblica. “Molti si stanno chiedendo quando le cose ritorneranno alla normalità. La risposta in breve è: MAI”. <888>

L’AYURVEDA

<888>secondo gli antichi testi indiani l’uomo in passato poteva vivere oltre 100 anni? Nonostante oggi l’età sia notevolmente aumentata rispetto a cinquant’anni fa, secondo alcuni esperti siamo ancora al di sotto delle reali potenzialità di vita che potremmo avere. Secondo uno studio pubblicato su “Nature” qualche anno fa, l’uomo può arrivare a vivere circa 115 anni.
La medicina Ayurvedica ha da sempre adottato misure e pratiche che potessero aiutare a vivere una vita lunga e in salute, mantenendo l’equilibrio di mente e corpo. Non è un caso che proprio Ayurveda voglia dire “scienza della vita”.
Come tutte le medicine antiche, anche per l’Ayurveda prevenire è meglio che curare: contrastare l’insorgenza di una malattia mantenendo  l’organismo funzionale è sempre meglio che doverlo guarire e riportarlo al proprio equilibrio.
Ma in che modo si promuovono la salute e la longevità? Attraverso approcci di promozione della salute, prevenzione delle malattie e ringiovanimento. Lo scopo è di mantenere pulito il corpo e liberi i canali energetici (nadi) che compongono l’uomo (ne abbiamo circa 72.000) e il cui compito è trasportare l’energia vitale o prana, senza la quale non potremmo vivere.
Per far sì che il prana possa scorrere liberamente nelle nadi e che noi possiamo vivere una vita più vitale e longeva, contrastando l’invecchiamento che porta inevitabilmente al declino, sono necessari:
alimentazione equilibrata e adatta al proprio dosha dominante (gli elementi che formano la costituzione di ognuno di noi, determinando le nostre caratteristiche), attività fisica,procedure di pulizia abituale (Panchakarma),pratiche di digiuno, rasayana.
Per l’Ayurveda un rasayana è un rimedio in grado di mantenere o riportare i tessuti, compreso il rasa (il primo dei sette tessuti del corpo, che noi chiamiamo linfa, e dal quale nasce il sangue, da cui poi origina tutto il resto del nostro organismo), in uno stato ottimale, tipico della nostra giovinezza.
Lo scopo dei trattamenti e delle erbe rasayana è migliorare il meccanismo di riparazione e disintossicazione del corpo, mantenendo così una migliore immunità, circolazione, forza e mobilità muscoloscheletrica e funzioni cognitive equilibrate.
In altre parole, secondo l’Ayurveda il rasayana permette di ripristinare la giovinezza, promuovere la longevità, l’intelligenza e la forza, e contrastando, allo stesso tempo, i problemi di salute.
Per l’Ayurveda è un rasayana qualsiasi erba o pianta officinale, cibo o attività che ci fa sentire energici e migliora: la condizione della pelle, la qualità del sonno, la memoria e la concentrazione, la forza e la capacità degli organi di senso (occhi, naso, lingua, orecchie) degli organi sessuali.
Ci sono diversi tipi di rasayana, alcuni dei quali prevedono la combinazione di diverse pratiche, come ad esempio massaggiare dell’olio caldo sul corpo per eliminare le tossine, assumere gli estratti dalle piante che bilanciano i dosha, e una corretta alimentazione che riduca al minimo le tossine (ama). Mangiare cibi (freschi, naturali, senza conservanti o sostanze nocive) che mantengono forte il fuoco digestivo (agni) previene l’accumulo di tossine, che secondo l’Ayurveda sono la radice di tutte le malattie.
Di seguito ti illustro alcuni rimedi considerati dei rasayana dall’erboristeria ayurvedica, dato che vantano tante proprietà diverse.
Amla: il rasayana che promuove la vista
L’Amalaki o Amla è l’uva spina indiana, ed è uno dei rasayana più  noti,  comunemente usato come rimedio ringiovanente in condizioni di invecchiamento precoce.
L’Amalaki è ricco di vitamina C e bioflavonoidi che esercitano una potente azione antiossidante. Tale proprietà è utile anche per mantenere la salute degli occhi e per migliorare la visione anche quando è ridotta. Viene utilizzata per alleviare l’affaticamento e l’irritazione degli occhi, la visione offuscata, la sensazione di bruciore e diverse altre condizioni oculari in cui Pitta e Kapha dosha sono dominanti. Inoltre, grazie alla presenza di vitamina C, aiuta a mantenere e a formare il collagene che si trova nella cornea degli occhi.
In India gli estratti del frutto, che oltre a contenere vitamina C, contengono anche composti fenolici, tannini, acido fillembelico, fillembelina, rutina, curcuminoidi ed emblicolo sono utilizzati nella medicina tradizionale per il trattamento di diarrea, ittero e infiammazione, nonché per recuperare la vitalità e il vigore.
Nella letteratura ayurvedica l’Amalaki viene ricordata per le sue proprietà gastroprotettive, utili per contrastare le ulcere gastriche, così come immunomodulanti, analgesiche e antipiretiche. Migliora la memoria e, secondo vari studi scientifici, il suo consumo protegge anche i tessuti dai danni da radiazioni.
Un ulteriore studio ha evidenziato che l’assunzione a lungo termine del frutto migliora la funzione cardiaca nei ratti, grazie a un miglioramento funzionale della capacità di contrazione del miocardio, il muscolo del cuore.
Altri studi hanno messo in evidenza che l’assunzione di questo rasayana contribuisce a diminuire i valori del colesterolo totale, di quello cattivo (LDL) e dei trigliceridi. Inoltre, coloro che hanno consumato l’estratto di amla hanno sperimentato una riduzione del 39% dell’indice aterogenico del plasma rispetto a un gruppo di controllo. L’indice aterogenico viene utilizzato per misurare il rischio di un eccesso di accumulo di colesterolo nelle arterie.
Dato che aiuta anche a ridurre i valori della glicemia e della pressione sanguigna, contribuisce a proteggere il cuore da possibili fattori di rischio di malattie cardiache.
Ti suggerisco la polvere di Amla bio di Forlive, che puoi sciogliere in un po’ di acqua, o in un’altra bevanda naturale, o aggiungere a yogurt, porridge (a crudo) o altri piatti.
Brahmi: il rasayana della memoria e dell’intelletto
La Bacopa monnieri, nota anche come brahmi, è una delle erbe ayurvediche più utilizzate per la salute mentale (non a caso le sue foglie hanno una forma simile a quella del cervelletto, la parte del cervello che aiuta a controllare la concentrazione e la memoria). Supporta, infatti, il corretto funzionamento del sistema nervoso, aiuta a ridurre ansia, depressione e stress, migliora la memoria e aumenta persino l’ispirazione.
Sulla memoria agisce migliorando: la memoria a lungo termine, la memoria a breve termine e la capacità di ritenzione mnestica (la capacità di ricordare ciò di cui abbiamo avuto esperienza). Grazie alle sue proprietà rinfrescanti, mantiene la mente calma e libera dall’ansia. È considerata una pianta così potente da essere conosciuta come la “dea della creatività, della saggezza e della conoscenza” e come una “grande medicina”.  
Per la medicina ayurvedica ci sono tre diverse qualità della mente: una è l’inerzia, un’altra è l’agitazione e la terza qualità è l’equilibrio, la chiarezza e la calma. Anticamente si credeva che il brahmi fosse in grado di favorire la terza qualità, aumentando la calma. Uno studio di 12 settimane ha confermato questa sua capacità, mettendo in evidenza che l’assunzione quotidiana di brahmi è riuscita ad abbassare significativamente i livelli di ansia.
Note sono anche le sue funzioni antinfiammatorie, tanto che nell’Ayurveda la Bacopa è usata per alleviare l’artrite. Un recente studio ha messo in evidenza anche che la pianta inibisce il rilascio di citochine infiammatorie dalle cellule della microglia (un tipo di cellule del sistema nervoso) e inibisce gli enzimi associati all’infiammazione nel cervello. Pertanto, la Bacopa può limitare l’infiammazione nel sistema nervoso centrale, rivelandosi un prezioso alleato naturale.
Come adattogeno il brahmi contribuisce a diminuire i livelli dello stress, abbassando i livelli del cortisolo (l’ormone che viene rilasciato in caso di stress e che può contribuire a creare diversi problemi di salute se i suoi livelli all’interno dell’organismo rimangono costantemente alti) e a migliorare l’umore. Di conseguenza, migliora anche il sonno.
In India la Bacopa monnieri è usata anche come rimedio di bellezza, dato che aiuta a ridurre la caduta dei capelli e l’ingrigimento precoce che, secondo l’Ayurveda sono problemi dovuti all’eccesso di calore nel corpo e nella mente.
Per migliorare le tue prestazioni mentali, ti suggerisco Brahmi in polvere di Gusto vivo, che puoi sciogliere in un po’ di acqua. Se il suo sapore dovesse essere amaro, prova a dolcificarlo con del miele o un altro dolcificante naturale.
Ashwagandha: il rasayana che sostiene l’organismo nei casi di stress acuto
Sai che l’Ayurveda può essere fatto risalire al 6000 a.C. e che l’Ashwagandha (Withania somnifera) è stata da sempre usata come rasayana per le sue proprietà toniche, afrodisiache, diuretiche, antielmintiche, astringenti, termogeniche e stimolanti?
Come adattogeno è stata più volte paragonata agli effetti dell’Eleuterococco e del Ginseng, tanto che viene chiamata anche Ginseng indiano. Molti studi hanno dimostrato che è in grado di migliorare la resistenza dell’organismo allo stress, riducendo i livelli di cortisolo. Secondo i ricercatori è talmente potente che la sua assunzione migliora la qualità della vita già dopo poche settimane.
Come conseguenza di una migliore gestione dello stress, la pianta è in grado di aumentare anche le difese dell’organismo, migliorando l’immunità cellulo-mediata. E possiede anche potenti proprietà antiossidanti che aiutano a proteggere le cellule dai danni causati dai radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento precoce e del declino della funzionalità dell’organismo.
Alla Withania viene riconosciuta anche la capacità di migliorare la funzione del sistema riproduttivo favorendo un sano equilibrio sessuale e riproduttivo maschile e femminile. L’estratto ha permesso di ridurre l’infertilità maschile, grazie a un miglioramento della qualità del liquido seminale.
Inoltre, la pianta ha dimostrato di avere un ruolo neuroprotettivo nei confronti di molte malattie neurodegenerative tra cui l’Alzheimer, l’Huntington e il Parkinson. Ciò è dovuto al fatto che la radice ripristina la funzione mitocondriale ed endoteliale e contrasta l’apoptosi (la morte della cellula conseguente a un suo danneggiamento a causa di mancanza di nutrienti, danneggiamento del DNA o esposizione a raggi UV o radiazioni), l’infiammazione e i meccanismi di stress ossidativo.
Per favorire il rilassamento, il benessere di mente e corpo e la sessualità, ti consiglio l’Ashwagandha bio in capsule vegetali di Erbavoglio.<888>

COVID-19 IL RESET

L’unica cosa certa è che il virus originario si trovava dentro un pipistrello. Non esistono prove (ma solo sospetti) che dal pipistrello sia passato all’uomo attraverso una catena animale. Non esistono prove (ma solo sospetti) che il Covid-19 provenga dal laboratorio di massima sicurezza di Wuhan. Non esistono prove (ma solo sospetti) che la Sars-Cov2 non sia altro che un virus chimera, modificato dall’uomo e che sia arrivato tra noi attraverso il laboratorio cinese.Quel che è certo, invece, è che a Wuhan non comandava solamente Pechino ma incredibilmente anche (e soprattutto) gli Stati Uniti. In quel laboratorio erano presenti la CIA e i servizi militari USA, c’erano gli uomini inviati dalla Casa Bianca di Trump, gli scienziati finanziati da Big Pharma e dalla grande Finanza.

È sì, perché a Wuhan da oltre dieci anni andavano avanti esperimenti non etici, pericolosi per l’umanità, vietati in quasi tutto il mondo. Esperimenti non interrotti nemmeno con l’arrivo della pandemia. Tutto ebbe inizio quando nel più segreto e protetto laboratorio militare vicino Washington…

La pandemia di Sars-Cov-2 è stato l’evento più sconvol­gente per l’umanità dalla fine della seconda guerra mon­diale. Tutto questo è accaduto a causa della follia di alcuni scienziati che hanno giocato a fare Dio. È accaduto a causa di politici e governi che pensano più alla dominazione del mondo che al benessere dei suoi cittadini. Il virus ha costretto tutti quanti a modificare le nostre abitudini, il nostro modo di vivere, ha minato alcu­ni pilastri democratici delle nostre società. Ci ha sparati nel futuro, in un futuro digitale, un futuro in cui siamo stati tutti costretti ad an­dare a scuola attraverso un computer, a lavorare attraver­so un computer, a fare acquisti attraverso un computer, a socializzare attraverso un computer. Un’ecatombe del genere si poteva evitare? Sì. Lo ha affer­mato perfino l’Oms, in un documento ufficiale. In tanti, in troppi hanno lanciato moniti di sventura, hanno pregato che la si smettesse con gli esperimenti di guadagni di fun­zione, specialmente su virus particolarmente pericolosi come la Sars. Ma sono state grida inascoltate. La scienza è giusto che non si fermi..La scienza non deve essere mai assoluta, mai superiore all’essere umano. La scienza deve essere sostenibile!

Nulla tornerà come prima. Dimentichiamoci il mondo come lo avevamo conosciuto prima del febbraio 2020. Esagerazione? Catastrofismo? No, l’inizio di una nuova normalità. La crisi che stiamo vivendo sarà catalizzatore di cambiamenti necessari ad accelerare la realizzazione di un disegno già predisposto, smantellando l’attuale sistema socioeconomico. È il Grande Reset, il tema del prossimo Forum di Davos, il congresso annuale dove si riuniscono i grandi della terra per decidere su questioni che riguardano la governance mondiale. Un piano preciso, ufficiale e ben documentato, sul quale istituzioni internazionali, filantropi, organizzazioni non governative e mega-aziende private collaborano apertamente già da tempo. Le nuove abitudini acquisite dalle popolazioni durante la pandemia hanno apportato quell’impulso alla digitalizzazione e all’automazione decisivo per implementare la Quarta Rivoluzione Industriale, che finora stentava a realizzarsi.  È l’inizio di una nuova era.

IL SALE ALCHEMICO CONSACRATO

La Professione dell’Operatore Esoterico è senza dubbio una delle professioni destinata a non scomparire mai, anzi, con l’AVVENTO DELL’ARTE SUPREMA, tale Figura Professionale è destinata a rivalutarsi molto negli anni a venire. Oggi, finalmente, l’Operatore Esoterico ha a disposizione STRUMENTI ESOTERICI MOLTO POTENTI ED EFFICACI. Egli inoltre, con L’ANNO DELLA GRANDE OPERA DIVINA completa la sua preparazione e, grazie alla EVOLUZIONE SPIRITUALE che questo comporta, acquisisce quei POTERI ANIMICI E QUELLE CONOSCENZE dell’Arte Suprema che gli consentono di svolgere in modo sempre più perfetto i suoi Compiti Spirituali. Per questo, proprio perché deve cambiare nella mentalità di tutti l’idea confusa e spesso non cristallina che si associa a questa Professione, esorto tutti a mettersi in regola con le leggi dello Stato. E’ tempo che si faccia un salto di qualità, non si può più vivere ai margini, cercando di nascondere ciò che brilla della più Fulgida Luce Solare. Il primo approccio che l’Operatore Esoterico ha con l’Assistito è spesso quello di operare un ESORCISMO GENERALE non tanto per “scacciare demoni” in senso letterale, evento ormai raro, ma per SRADICARE LE LARVE, ossia quelle FORME – PENSIERO NEGATIVE, che possono derivare da varie fonti: nemici veri, ma anche vicini, parenti, familiari e, assai spesso, anche LARVE AUTO-GENERATE da stati di forte pessimismo o da vere ossessioni o depressioni. Questo, ovviamente, quando non si è di fronte a vere opere malefiche, ossia MALEFICI eseguiti a regola con tanto di rituali; in quei casi allora, oltre che con un primo Esorcismo, sarà necessario controbattere con un RITUALE SUPREMO dell’Arte Suprema e dare al soggetto un Sigillo Divino Supremo adatto per avere una costante e continua protezione. Tra i tanti Strumenti Esoterici che l’Arte Suprema mette a disposizione per poter operare Esorcismi e Purificazioni, c’è sicuramente il Sale Alchemico Consacrato. Il sale è infatti il Simbolo per eccellenza dell’Elemento Esoterico della Terra, infatti lo si estrae dall’acqua (salata, di mare) per evaporazione e perciò sembra essere, simbolicamente parlando, una sintesi tra l’Elemento Acqua e l’Elemento Fuoco. Nel discorso della montagna, Cristo paragona i suoi discepoli al “sale della terra” e il “sale del dolore” è il mezzo biblico di espiazione e di purificazione. Il Sale Alchemico Consacrato viene Purificato e Consacrato secondo la Tradizione dell’Arte Suprema, miscelato con altre composizioni armoniche ed infine Sublimato mediante l’Opera dell’Alchimia. Con questa Triplice Operazione si ottiene un Validissimo Strumento Operativo di grande efficacia nella Purificazione personale ed ambientale, catalizzando inoltre Energie Positive per apportare Benessere e Fortuna. Le Virtù Benefiche del Sale Alchemico Consacrato lo rendono estremamente consigliabile tutte le volte che si esegue un Rituale Supremo dell’Arte Suprema atto a propiziare il Benessere materiale e la Fortuna. Infatti il Sale Alchemico Consacrato sradicherà ogni forza negativa che possa intralciare l’azione desiderata ed inoltre svolgerà un’importante Azione di potenziamento di quanto si sta facendo con altri Strumenti Esoterici dell’Arte Suprema. Imparare ad ASSOCIARE STRUMENTI ESOTERICI SUPREMI DI VARIO TIPO è SEGNO DI GRANDE CAPACITA’ PROFESSIONALE DELL’OPERATORE ESOTERICO E DELL’ARTISTA IN CAMMINO, infatti in tal modo si avranno sempre RISULTATI PIU’ RAPIDI E PIU’ COMPLETI.

AZIONI SPECIFICHE DEL SALE CONSACRATO

· Esorcizza e Purifica luoghi e persone dalle negatività occulte.

· Catalizza Energie Spirituali Positive nei luoghi dove viene collocato.

· Propizia Benessere e Fortuna in senso lato, spazzando via invidie e negatività.

· Realizza una barriera protettiva contro larve da genesi occulta.

Prezzo: € 38,00 (confezione da 70g)

24 GIUGNO GIORNO DI S.GIOVANNI BATTISTA

IL PUGNALE SUPREMO DEL COMANDO

In questo Festival ciascuno consacra il proprio personale Pugnale dell’Arte


€144,00 più spese di spedizione corriere BRT consegna 24 H

Le Azioni del Festival del G. di S. Giovanni
Le seguenti otto azioni si richiedono, senza limite di numero, durante l’esecuzione del Festival.
1 Propiziare i guadagni
2 Protezione equilibrio
3 Protezione della casa
4 Protezione della famiglia
5 Protezione del lavoro
6 Allontanamento nemici
7 Protezione generale
8 Esorcismo e purificazione


1) Propiziare i guadagni
e l’incremento di tutte le attività commerciali
 come fatturato e clientela.
 E’ un portafortuna supremo per rivitalizzare attività in crisi, per aumentare il volume delle vendite e il numero dei clienti. Fin dai tempi più antichi al Solstizio d’Estate si festeggia e si propizia la Fortuna Maggiore.
2) Protezione generale dell’equilibrio.
Protezione generale dell’equilibrio e protezione dagli incidenti.
Chi esegue il Festival avrà protezione per un anno intero anche verso incidenti di qualsiasi tipo. Scongiurati o limitati i danni da transiti astrologici sfavorevoli o decisamente negativi. Si avrà inoltre protezione dell’equilibrio del corpo e dello spirito, azione che si realizzerà sia facendo evitare le occasioni di uscita dall’equilibrio, sia potenziando le difese naturali del corpo e della mente e mantenendole efficienti con una continua sorveglianza dei livelli bioenergetici. E’ l’azione principe del Rosso Elisir filosofale.
3) Protezione della casa.
Protezione della casa
(come edificio) da agenti meteorologici e da danni dolosi da vandalismi.
Anche qui l’azione sarà svolta a due livelli, innanzitutto prevenendo gli incidenti o i danni che possano derivare dalla sbadataggine o dall’incuria di chi vi abita; sia inoltre bloccando gli agenti dolosi, siano essi occulti, palesi o naturali prima che possano arrecare il danno.
4) Protezione della famiglia.
Protezione del nucleo familiare dalle invidie, diffamazioni, maldicenze.
 Blocca i nemici e gli invidiosi. Impedisce le azioni manifeste o occulte contro i componenti del nucleo familiare. Impedisce la diffusione di maldicenze e calunnie riguardanti uno o più familiari. Protegge la famiglia da ogni forma di negatività.
5) Protezione del lavoro.
Induce l’inizio di grandi cambiamenti, li protegge e li propizia. Questa azione è particolarmente preziosa per chi non è soddisfatto del proprio stato lavorativo ed economico. L’azione del Festival è rivolta soprattutto a propiziare quei cambiamenti necessari per incrementare il lavoro e i guadagni.
6) Allontanamento di nemici, rivali, persone e situazioni sgradite o indesiderate.
Allontana persone e fatti negativi o semplicemente pericolosi. Ci sono persone che sembrano perseguitare la nostra esistenza, siano essi rivali in amore, concorrenti, parenti insopportabili, vicini invadenti e invidiosi, viscidi colleghi di lavoro, eccetera eccetera. Ognuno ha qualche nome che non vorrebbe più sentir pronunciare e qualche faccia che non vorrebbe mai più incontrare. Ecco l’occasione buona per allontanarli dalla propria vita.
7) Protezione generale assoluta.
Protezione assoluta
 per un anno intero in 
tutti i settori. La protezione mette al riparo da ogni pericolo grave che possa danneggiare la persona in senso lato e i beni posseduti.
8) Esorcismo completo e purificazione.
Liberazione da ogni negatività.

Le Azioni del Pugnale del Comando

Il primo segno tangibile del traguardo spirituale raggiunto sarà la consacrazione personale del Pugnale Supremo del Comando o Pugnale dell’Arte, il quale, come vedremo, diventerà per ciascuno uno strumento preziosissimo sia per propiziare risultati di ordine materiale, sia per continuare il cammino spirituale.

In questa fase del cammino la maggiore capacità di intuire la soluzioni dei problemi è evidenziata dal domicilio della Luna in Cancro (vedi pag. 65 del nuovo Catalogo) che indica un inconscio più accessibile e purificato dal dolore (Elisir al bianco, Albero dai Frutti d’argento). L’iniziato è ormai entrato nel Giardino dei Filosofi, dove sorgono gli Alberi della Vita, che sono l’impalcatura psichica, conscia e inconscia, degli individui. In particolare può vedere meglio il proprio Albero, cioè capire meglio se stesso. Vede quali sono i comportamenti che di solito ha adottato in una certa circostanza ed ora può, ogni volta per ogni diverso problema, abbandonare gli schemi di comportamento perdenti e applicarne dei nuovi, che ha già in parte sperimentato a partire da Equinox e Beltane.

In questa delicata e importante fase di consolidamento si rende necessaria una maggiore costanza e una più solida forza di volontà, che non consenta più passi all’indietro. Per questo scopo è importantissimo il sostegno fornito dal Festival del G. di S. Giovanni. L’uso del Coltello permette la rapida applicazione della soluzione (o schema di comportamento) migliore e vincente. L’azione del coltello non si limiterà a dare il via, in tempi brevissimi, a quanto voluto, ma manterrà costantel’azione, rendendo forte la volontà, fino al raggiungimento di quanto auspicato.

Naturalmente l’azione del Coltello, quale Strumento Supremo di Comando, va oltre tutto questo, e procurerà anche le giuste premesse per la realizzazione dello scopo: fortuna, coincidenze, persone, eventi, ecc. Il tutto sotto la guida di Altissime Intelligenze.

L’Uso del Pugnale dell’Arte

Qui in basso troverete elencati i settori in cui è possibile fare richieste al Pugnale; questi settori sono praticamente illimitati per gli Iniziati, ossia per coloro che hanno già completato almeno un Anno Magico, e sono comunque molto estesi anche per i Neofiti, che consacreranno quest’Anno il loro primo Pugnale personale. Ogni qualvolta si vorrà chiedere aiuto, basterà impugnare il coltello (nel modo indicato dalle istruzioni allegate) e fare le opportune e dettagliate richieste.

Per ottenere importanti risultati a livello personale, l’uso del Coltello dovrebbe essere quotidiano. Anche quando non si abbia nessuna richiesta di ordine materiale, si può chiedere il miglioramento di uno stato d’animo o l’attenuazione di uno stato di tensione. Quando si usa il Coltello per superare questi malesseri o disagi psico-fisici, significa che si è già scelto di rimuovere i residui dei vecchi schemi e di costruirne dei nuovi. Il Pugnale dell’Arte è l’unico strumento (che rimane dopo aver eseguito un Festival) capace di concorrere, con grande efficacia, alla rimozione dei residui dei vecchi schemi dolorosi e alla formazione di nuovi

1) Propiziare i guadagni e le vincite.

Per guidare situazioni difficili in genere, favorire i guadagni e le vincite, agendo su persone e circostanze. In ogni momento di difficoltà e ogni qualvolta si presentino nuovi importanti problemi da affrontare si può impugnare il Coltello e chiedere l’immediato aiuto dell’Entità preposta. Si può sia chiedere un’azione precisa, secondo il nostro volere, o anche solo un suggerimento per risolvere rapidamente la situazione.

2) Respingere le negatività al mittente.

Respingere gli attacchi negativi (detti comunemente malocchi, invidie, maledizioni, ecc.), facendoli ricadere su chiunque li abbia scagliati (effetto boomerang) e procurando a costoro adeguate punizioni. Anche quando non si sappia con certezza chi possa aver scagliato la fattura, saranno le intelligenze preposte a individuarne l’artefice e a far ricadere il danno su chi lo ha mandato.

3) Suggerire, propiziare le nuove iniziative e le idee.

Soprattutto, ma non solo, in campo economico, successo e ricchezza. Tra le facoltà del pugnale vi è quella anche di aprire tutte le porte (non solo quelle solstiziali) ma anche quelle reali o simboliche che si infrappongono alla realizzazione nel lavoro, nell’amore e in ogni altro settore della vita. Sfruttare in pieno il Potere del Coltello del Giorno di San Giovanni Battista è un grande privilegio e un grande dono della Scienza Esoterica.

4) Combattere disturbi dolorosi e squilibri bioenergetici di vario grado, al fine di riguadagnare un sano equilibrio tra corpo e spirito, mediante le preziose virtù del Fiore D’Oro dei Filosofi. L’azione del Coltello ha grande potere riequilibrante, agendo là dove è adatto agire.

5) Prevalere su nemici, concorrenti e rivali di ogni tipo ed in ogni settore che intendano nuocere o che lo abbiano già fatto, sia a livello occulto che non e infliggere loro duri colpi di ritorno. Come vuole la Tradizione, se qualcuno ostacolerà ingiustamente la nostra strada, sia in modo manifesto che occulto, basterà brandire il Coltello e pronunciare il nome di quella persona e subito sarà neutralizzata e se necessario, severamente punita facendole subire quanto aveva progettato per noi. Si tratta di un’azione molto importante e che potrete sfruttare ogni qualvolta sarà necessario.

6) Richiedere l’aiuto dell’Entità in ogni nuova impresa, curando e propiziando le circostanza, le persone e lo svolgersi dei fatti. Quando si voglia realizzare un nuovo progetto, concretizzare una certa idea, di qualunque tipo essa sia, si può impugnare il Coltello e chiedere che l’Entità ci aiuti procurandoci tutto l’appoggio necessario per ottenere lo scopo prefissato. Circostanze, persone ed eventi saranno più favorevoli e inoltre l’Entità saprà ispirare la via migliore da seguire, le decisioni da prendere, le persone da contattare, in modo adatto e adeguato ad ogni situazione.

Azione riservata agli Iniziati e Gradi Superiori
Il Potere Esoterico aumenta ad ogni Anno Magico che si completa, così è per la “dignificazione”, ossia la possibilità di accedere alle azioni speciali degli strumenti esoterici. Per questi motivi gli Iniziati e Gradi Superiori potranno esprimere, servendosi del Potere del Pugnale, qualunque tipo di desiderio, senza nessun limite di numero e in qualunque settore: fortuna, gioco, amore, lavoro, equilibrio, benessere psicofisico, respingere fatture e maledizioni, situazioni particolari da risolvere, nemici da contrastare, rivali, ecc.
In altri termini tutti coloro che nello scorso Anno Magico hanno raggiunto almeno un Grado di Iniziato, potranno, servendosi del Pugnale dell’Arte, invocare direttamente Colui che presiede.
Già durante il Rito (che sarà leggermente diverso per gli Iniziati) ma soprattutto mediante il Coltello, gli Iniziati (e Gradi Superiori) potranno quindi invocare direttamente e chiedere qualunque cosa, ma più precisamente:

Ogni richiesta che sia realizzabile entro 7 giorni!
Si tratta, come già detto, di un privilegio immenso, poiché nessuna regola viene posta sul tipo di richiesta, solo che sia fattibile entro sette giorni. Ciò significa un grande potere e una grande fiducia negli Iniziati.

il pugnale di rame purissimo è compreso nel rituale